Gender Equality Plan

Piano di eguaglianza di genere

gender equality plan image

Dal 2022 le Università che vorranno accedere ai fondi europei del programma di ricerca Horizon Europe, il programma quadro dell’UE per la ricerca e l’innovazione, in corso dal 2021 al 2027, dovranno dotarsi di un Gender Equality Plan.

Il GEP è uno strumento strategico e operativo che rileva le differenze e le discriminazioni di genere all’interno dell’istituzione accademica (nella comunicazione e linguaggio, nel reclutamento, reperimento delle risorse, organizzazione lavorativa, figure apicali e distribuzione di ruoli) e mira all'inclusione di una prospettiva di genere nella ricerca e nel mondo accademico attraverso l'elaborazione di regole, azioni e pratiche volte all’eliminazione delle discriminazioni e alla valorizzazione del ruolo femminile.
 

 English version    Version español

GEP Uniss

Il Gender Equality Plan (GEP) dell’Università di Sassari ha l’obiettivo di elaborare un piano triennale di azioni positive, al fine di promuovere l’equilibrio di genere nei gruppi di ricerca, nei processi decisionali, nella ricerca e nell’innovazione. Il Piano prevede una serie di obiettivi che riguardano l’analisi di dati e procedure volte a identificare le discriminazioni di genere all’interno della nostra Università, la pianificazione e l’attuazione di azioni positive, il monitoraggio dei progressi attraverso indicatori e una valutazione d’impatto.

Il GEP è il frutto di una serie di ricerche e attività che negli anni sono state preparate e svolte dagli organi preposti al rispetto delle pari opportunità e alla riduzione delle discriminazioni. Nella nostra Università sono fiorite iniziative, ricerche, seminari e progetti rivolti all’analisi delle discriminazioni sociali, economiche e accademiche basate sul genere che rappresentano un patrimonio di conoscenza ed esperienza preziose che il Gruppo di lavoro per il GEP, coordinato dalla professoressa Maria Antonietta Foddai, impiega e valorizza per la realizzazione del GEP.

Avvio del progetto I.G.E.A. (Innovations for Gender Equality in Academia)

Igea Dumas

Mercoledi 28 luglio (09.30–11.30) si svolgerà sulla piattaforma Zoom il kick off meeting del progetto I.G.E.A. (Innovations for Gender Equality in Academia), ricerca finanziata dalla L.R. 7/2007, che ha come capofila il Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali, in collaborazione con il Dipartimento di Giurisprudenza e il Dipartimento di Scienze Mediche, chirurgiche e sperimentali.

L’Italia è fra i Paesi europei meno impegnati nelle politiche di riconoscimento della parità di genere. Nonostante i progressi compiuti e la crescente attenzione sul tema, a partire dall’Agenda di Lisbona e dalla European Research Area nel 2000, il raggiungimento dell’uguaglianza di genere all’interno dei luoghi di lavoro e nelle varie professioni, inclusa l’accademia, rimane una sfida aperta, basata sulla nuova consapevolezza del valore strategico che l’uguaglianza di genere ricopre nello sviluppo della Europe’s Knowledge Economy per due ragioni principali: l’eccellenza della ricerca richiede accessibilità, risorse e opportunità di carriera per i migliori ricercatori a prescindere dal loro genere; l’innovazione richiede diversità di prospettive e input, possibili solo in gruppi di ricerca misti. Comprendere e affrontare i fattori che producono squilibri di genere, dunque, ha un impatto positivo non solo in termini di uguaglianza di opportunità, ma anche di generale efficienza ed eccellenza (European Commission 2009-2012-2013).

Obiettivo del progetto I.G.E.A. è l’analisi della gender composition di Ateneo, al fine di individuare limiti e potenzialità del benessere organizzativo, insieme ad altri fattori critici, come per esempio i “regolamenti avversi” e i bisogni di salute. Lo sbarramento di genere alle posizioni apicali sarà esplorato considerando i cambiamenti dal punto di vista normativo nei diversi campi del sapere scientifico (dipartimenti SSH/Scienze umanistiche e STEM/Science, Technology, Engineering, Mathematics).

L’analisi predetta sarà punto di partenza per l’introduzione nell’Ateneo sassarese del “bilancio di genere”, strumento grazie al quale monitorare il piano di performances in termini di pari opportunità di genere, come raccomandato dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane nelle linee guida del 2019.

Il progetto I.G.E.A. si inserisce  nel quadro delle attività del Centro Interdisciplinare di Ateneo Studi di Genere A.R.G.IN.O (Advanced Research on Gender INequalities and Opportunities), fondato nel 2018 grazie alla sinergia tra i suddetti Dipartimenti.

Per partecipare al webinar è necessario compilare il MODULO.

Il link per il collegamento sarà inviato via e-mail agli iscritti il 27 luglio. Sarà rilasciato attestato per il riconoscimento di crediti ex-post.

Responsabile scientifica: prof.a Maria Lucia Piga (A.R.G.IN.O. Università di Sassari)

Segreteria organizzativa: dott.ssa Valentina Sias – argino@uniss.it