Area docenti e ptab

Missioni

Dal 1 Novembre 2018 i docenti dell'Università di Sassari che si recano negli istituti penitenziari per attività didattiche (lezioni, tutoraggio, orientamento, esami) o di terza missione (conferenze, seminari, laboratori) sono tenuti a compilare il foglio di missione (modulo allegato) e inviarlo, possibilmente 5 giorni lavorativi prima della missione, all'indirizzo e-mail: segreteria.pup@uniss.it.

Allo stesso indirizzo andranno inoltrate le eventuali richieste di rimborso (modulo allegato) e la richiesta di supporto per l'autorizzazione all'ingresso negli istituti penitenziari (modulo allegato).

Didattica carceraria, buone pratiche

Approvate dal Comitato Didattico-Organizzativo di Ateneo il 24 Luglio 2018.

  1. Orientamento
    Effettuare l’orientamento in entrata preferibilmente nel mese di Giugno di ogni anno, per permettere di avere i tempi utili per espletare le procedure di selezione nel caso di interesse per l’accesso a corsi a numero programmato. Specificare il modello di studio realizzato dal PUP Uniss (non basato sul tutoraggio), nonché i limiti agli sbocchi professionali derivanti da condanne penali per numerose professioni. Questi punti cruciali vanno specificati anche per studenti che si trasferiscono volontariamente da altri PUP verso Uniss;
  2. Immatricolazione
    Suggerire l’immatricolazione part-time per gli studenti in regime di detenzione;
  3. Accoglienza
    I Referenti Dipartimentali, avvalendosi del supporto di altri docenti, personale amministrativo e studenti, avranno cura di incontrare, nel periodo Settembre-Dicembre di ogni anno, i nuovi studenti immatricolati, consegnando e presentando loro il Manifesto agli Studi e ulteriori informazioni accessorie utili alla comprensione della struttura e svolgimento temporale del percorso di studi;
  4. Verifica in itinere
    I Referenti Dipartimentali, avvalendosi del supporto di altri docenti, personale amministrativo e studenti, avranno cura di incontrare, nel periodo Settembre-Dicembre di ogni anno, gli studenti immatricolati ad anni successivi al primo, verificando insieme a loro l’andamento del percorso di studi;
  5. Preparazione esami
    I Docenti delle singole materie, che volontariamente si rendono disponibili (art. 5 Prot. Uniss-PRAP), cercheranno di incontrare gli studenti detenuti non meno di 3 volte prima dell’esame: una prima volta per consegnare e presentare il programma e il materiale di studio; una seconda volta per una verifica intermedia; una terza volta per una verifica finale (questa può anche coincidere con l’esame). Su richiesta dello studente, sulla base della disponibilità dei singoli docenti, potranno essere possibili altri incontri con lo studente, in numero indefinito, da concordare di volta in volta con la Direzione Carceraria competente;
  6. Supporto allo studio
    I Docenti si renderanno disponibili ad interagire con personale volontario, qualificato e competente sulle singole materie, che le Direzioni Carcerarie vorranno individuare e selezionare (art. 5 Prot. Uniss-PRAP);
  7. Tirocini formativi
    I Referenti Dipartimentali incoraggeranno la stipula di Convenzioni tra Direzioni Carcerarie e Direzioni Dipartimentali universitarie per la realizzazione di tirocini formativi in carcere da parte di studenti non detenuti, i quali potranno validamente supportare lo studio dei colleghi detenuti;
  8. Associazioni Studentesche
    Saranno incoraggiati e implementati, anche mediante sottoscrizione di protocolli d’intesa, le collaborazioni tra Associazioni Studentesche e PUP Uniss per il supporto dello studio universitario da parte dei detenuti;
  9. Esami di profitto
    Le modalità di svolgimento degli Esami vanno specificate al momento della consegna e presentazione del programma da parte del Docente della materia. Si incoraggia la modalità di esame orale, che più dello scritto permette agli studenti detenuti di interagire e confrontarsi personalmente con i Docenti. Per appelli speciali o riservati è assolutamente raccomandato di creare l’appello e iscrivere il candidato PRIMA della prova d’esame. Procedere alla VOL appena possibile dopo lo svolgimento dell’esame (se superato con profitto);
  10. Rapporto di riesame ciclico sui corsi di studio
    Valorizzare l’esperienza didattica carceraria nei documenti di verifica richiesti dal MIUR, in particolare, nell’allegato 6.2 alle linee guida per l’accreditamento periodico delle sedi e dei corsi di studio universitari, al punto 2b “analisi della situazione sulla base dei dati”, sottoparagrafo “organizzazione di percorsi flessibili e metodologie didattiche” come già fatto dal Dipartimento di AGRARIA .