Visiting professor

Il Programma Visiting Professor nasce nel 2006 con l'obiettivo di contribuire al processo di internazionalizzazione del sistema universitario della Sardegna.

Nell'ambito di tale Programma, ogni anno il nostro Ateneo pubblica uno o più bandi internazionali, selezionando in media 130 studiosi di elevata qualificazione scientifica, provenienti dalla quasi totalità dei continenti.

Gli studiosi che propongono la loro candidatura sono solitamente professori ordinari, professori associati, oppure ricercatori, attualmente impegnati presso una struttura universitaria all'estero e interessati ad offrire il loro contributo scientifico sia sotto il profilo della didattica che sotto quello della ricerca.

A seconda dei profili richiesti dai diversi dipartimenti dell'Ateneo, i candidati possono avvalersi di due tipologie di soggiorno: le visite a breve termine, (minimo 6 giorni, massimo18), e quelle a lungo termine (minimo 1 mese, massimo 6).

Il Programma è finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna (R.A.S.) d'intesa con gli Atenei di Cagliari e di Sassari nell'ambito della Convenzione triennale, delibera N. 53/69 del 20.12.2013.

Bando visiting professor 2019 / Open call visiting professor 2019

Adempimenti per i responsabili scientifici:

  • Comunicare per tempo, almeno 15 giorni prima, le date di arrivo degli studiosi;
  • Assicurarsi che il Visiting abbia un codice fiscale italiano. Chi non ne fosse in possesso dovrà provvedere alla richiesta presso l’Agenzia delle Entrate secondo il seguente iter:

      – Compilare in tutte le parti modulo AA4/8 allegato completo di firme (documento in allegato),

      – Portare con se copia di lettera incarico dell'UNISS + fotocopia doc identità sia del delegato sia del delegante;

  • Assicurarsi che il Visiting che intenderà avvalersi della convenzione contro le doppie imposizioni presenti la certificazione al momento della firma del contratto;
  • Inviare all’ufficio la relazione scientifica (form in allegato) inerente le attività svolte durante il soggiorno del Visiting Professor.

Richiesta codice fiscale

Codice fiscale

Per stipulare un contratto con l'Università di Sassari, il Visiting Professor che presterà la sua attività per la prima volta presso il nostro Ateneo dovrà fare richiesta del codice fiscale italiano presso la più vicina sede dell’Agenzia delle Entrate. L’Ufficio di competenza del Comune di Sassari si trova in Località Piandanna SNC, tel. +39 079 2155001, dp.sassari@pce.agenziaentrate.it (www.agenziaentrate.gov.it).

Adempimenti per Visiting Professors:

  • Confermare via mail l'accettazione del conferimento dell'incarico in qualità di Visiting Professor;
  • Accertarsi della validità del documento di viaggio;
  • Se cittadino comunitario, ricordarsi di portare con sé la tessera sanitaria europea;
  • Se cittadino extracomunitario, consultare la sezione dedicata sul portale in lingua inglese;
  • Comunicare all’Ufficio l’eventuale volontà di avvalersi della convenzione contro le doppie imposizioni fiscali sottoscritta tra il Governo italiano e il Governo dello Stato di provenienza, prensetando il proprio certificato di residenza fiscale, rilasciato dalla corrispondente Agenzia delle Entrate (vedi fac-simile nella seguente sezione “CertificatI di residenza fiscale”.

Per maggiori informazioni, consultare la sezione “Guide for visiting professors”.

Assistenza sanitaria

Tessera salitaria europea

Cittadini comunitari

L'assistenza sanitaria è garantita a tutti i cittadini dell'Unione Europea in possesso della Tessera Sanitaria Europea, il cui retro costituisce la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM). La tessera consente a tutti i cittadini dell'Unione, che si trovino temporaneamente in un altro Stato Membro (qualunque sia la ragione della permanenza), l'accesso diretto ai servizi sanitari del Paese ospite, alle stesse condizioni dei residenti, esibendo semplicemente la Tessera Sanitaria. Con la Tessera Sanitaria il cittadino riceve l'assistenza medica od ospedaliera senza doversi recare presso l'Azienda Sanitaria Locale (ASL). La Tessera può essere utilizzata per l'assistenza sanitaria nei Paesi dell'Unione europea, in Svizzera e nei Paesi appartenenti allo Spazio Economico Europeo (SEE) quali Islanda, Norvegia e Liechtenstein.

Cittadini extracomunitari

I cittadini extracomunitari possono iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale gratuitamente (iscrizione al SSN obbligatoria) se titolari di permesso di soggiorno. L'iscrizione al SSN obbligatoria è gratuita e si effettua presso il presidio Asl competente per la zona di domicilio o residenza e consente di scegliere un medico fra la lista dei medici di base disponibili. Il cittadino straniero pagherà le prestazioni al pari del cittadino italiano. Per l'iscrizione è sufficiente il permesso di soggiorno - o la ricevuta di richiesta - e il codice fiscale. Non possono iscriversi al SSN i cittadini extracomunitari in Italia per soggiorni di breve periodo (inferiori a tre mesi). Essi dovranno provvedere per conto proprio ad un'assicurazione sanitaria valida nel territorio italiano. Potranno comunque usufruire delle prestazioni sanitarie urgenti dietro pagamento delle relative tariffe regionali.