Una professoressa dell'Università di Sassari prima donna alla guida della Società italiana di Scienza della vegetazione

Giovedì, 31 Marzo 2022

SASSARI. La professoressa Simonetta Bagella, docente di Botanica all’Università di Sassari, è stata confermata alla presidenza della SISV – Società italiana di Scienza della vegetazione per il triennio 2022-2024. E’ la prima donna a guidare il Consiglio direttivo dopo 9 presidenti uomini.

Le elezioni si sono svolte nei giorni scorsi nell’orto Botanico dell’Università di Roma La Sapienza. Oltre a Simonetta Bagella (Università di Sassari) nel ruolo di Presidente, sono stati eletti Edy Fantinato (Università Ca’ Foscari di Venezia) con il ruolo di segretario tesoriere; Alicia Acosta (Università Roma Tre), Claudia Angiolini (Università di Siena), Gianmaria Bonari (Università di Bolzano), GianPietro Giusso Del Galdo (Università di Catania), Carmelo Maria Musarella (Università di Mediterranea di Reggio Calabria). Simonetta Bagella è al suo secondo mandato.

La SISV, che conta circa 200 soci, è una società scientifica fondata nel 1964 con l’obiettivo di promuovere e incoraggiare le ricerche sulla vegetazione e sugli habitat, stimolare le interazioni fra studiosi a livello nazionale e internazionale, fornire supporto a istituzioni che operano nel campo della conservazione biologica, divulgare le conoscenze e sensibilizzare il pubblico ai problemi ambientali.

La società organizza congressi e riunioni, escursioni, eventi pubblici, corsi e stage, supporta iniziative internazionali; gestisce e implementa una banca dati sulla vegetazione, liberamente accessibile; pubblica Plant Sociology, rivista di valenza internazionale accreditata nelle principali banche dati; organizza gruppi di lavoro finalizzati alla preparazione di lavori scientifici e alla stesura di report a disposizione delle istituzioni.