Arborea_progetto SemForSar Uniss

Una nuova filiera di produzione tutta sarda

Giovedì, 23 Luglio 2020

La creazione di una filiera sementiera sarda è l’obiettivo del progetto SEM.FOR.SAR., Sementi foraggere per la Sardegna, avviato lo scorso anno. Finanziato dalla legge regionale 7/2007, il progetto vede Agris Sardegna e il Dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari in collaborazione con la Cooperativa Produttori Arborea impegnati nella valorizzazione di ecotipi locali, nella diversificazione delle produzioni nelle aziende cerealicole e zootecniche, nel miglioramento della gestione agronomica e di utilizzazione delle colture.

Oggi e domani per l’intera giornata ad Arborea si svolgeranno le operazioni di raccolta del seme di medica polimorfa nel campo sperimentale realizzato dall’Università di Sassari in collaborazione con la Cooperativa produttori Arborea e con Agris.

In Sardegna le superfici occupate da foraggere sono notevoli - oltre un milione e trecentomila ettari - ma la produzione di sementi risulta irrisoria: nel 2017 solo i 3,5 ettari seminati dall’agenzia regionale AGRIS per la produzione di Medicago polymorpha.

Proprio la carenza di varietà di specie mediterranee adatte all’ambiente e il costo elevato delle sementi rappresentano alcuni tra i punti di maggiore debolezza del comparto foraggero-zootecnico. Della necessità di avviare una filiera di produzione di sementi locali si discute da tempo, ma finora senza risultati. Con situazioni paradossali come quella relativa alle leguminose auto-riseminanti, utilizzate soprattutto nel miglioramento dei pascoli: le sementi di specie come il trifoglio sotterraneo sono prodotte in Australia, risultato di decenni di “collezione” di genotipi raccolti in tutti quegli areali di tipo mediterraneo simili a quelli del quinto continente.