Tim Chapman alla Camera dei Deputati

Lunedì, 18 Aprile 2016

ROMA. "La Giustizia riparativa: per una cultura del rispetto e delle responsabilità" è il titolo del convegno in programma mercoledì 20 aprile a Roma, tra le 14.30 e le 19.30, nella Sala della Regina della Camera dei Deputati. Si tratta dell'evento centrale di una serie di iniziative organizzate dalla cattedra di psicologia giuridica e giustizia riparativa dell’Università di Sassari, guidata dalla prof.ssa Patrizia Patrizi. L’obiettivo è quello di stimolare il dibattito intorno al tema della giustizia riparativa e delle pratiche riparative (Restorative Practices), quale insieme di strategie finalizzate alla ricostruzione del senso di comunità, oggi sempre più compromesso, attraverso la promozione di occasioni positive di benessere individuale e collettivo.

"Secondo la giustizia riparativa, qualunque intervento dovrebbe tendere a recuperare le relazioni nelle quali è avvenuto il danno – spiega Patrizia Patrizi - Comprende un insieme di pratiche che mettono la vittima al centro della risposta alla criminalità e, allo stesso tempo, tendono a responsabilizzare l’autore o l'autrice sugli effetti delle sue azioni". Il tema è riportato al centro del dibattito nazionale dal recente decreto legislativo 15 dicembre 2015 n. 212, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale 3 del 5 gennaio 2016, con cui l'Italia ha dato attuazione alla direttiva europea 2012/29/UE in materia di diritti, assistenza e protezione delle vittime di reato.

I lavori si apriranno con l'intervento dell'on. Bruno Molea, Vice Presidente della VII Commissione Cultura, Scienza, Istruzione, e culmineranno con la lectio magistralis di Tim Chapman, membro del consiglio direttivo dello European Forum for Restorative Justice e direttore di corso nel master in Restorative Justice presso la Facoltà di Scienze Sociali dell’Università di Ulster, presente in veste di Visiting Scientist dell'Università di Sassari. Porteranno un saluto anche Santi Consolo e Francesco Cascini, rispettivamente Capo Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e  Capo Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità, e il Rettore dell'Università di Sassari Massimo Carpinelli.

Tim Chapman è noto a livello internazionale per il suo apporto agli sviluppi delle pratiche riparative nel Regno Unito e negli interventi con detenuti ad alto rischio. Ampia influenza nel settore della giustizia giovanile ha avuto il suo modello Time to Grow. Significativo il ruolo che ha svolto nei processi di pacificazione con l'attività terroristica dell'IRA.

Il convegno, che coincide con il decimo anniversario della morte di Gaetano De Leo (primo titolare dell’insegnamento universitario di psicologia giuridica), nasce  dalla collaborazione di più organismi impegnati nelle progettualità di inclusione e coesione sociale: l’Università di Sassari con l’équipe di psicologia giuridica, l’AICS – Associazione Italiana Cultura Sport con la sua Direzione nazionale e i Dipartimenti delle Politiche sociali e del Terzo settore, l’associazione PsicoIus-Scuola romana di psicologia giuridica, la cooperativa CEAS - Centro Educativo di Accoglienza e Solidarietà, l’associazione Comunità Il Gabbiano onlus e l’associazione Spondé. Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma ha riconosciuto 5 crediti formativi. I giornalisti interessati dovranno accreditarsi.

Gli altri eventi riparativi organizzati dall'Università di Sassari

22 aprile, ore 9:30-13:00, Casa di Reclusione di Rebibbia, Convegno "La giustizia riparativa: rispetto, responsabilità, inclusione sociale, solidarietà" (solo per invito - è gradita la partecipazione dei giornalisti interessati, previo accredito);

27 aprile, ore 9:30-13:00, Università degli studi di Sassari, sala Milella, Lectio Magistralis del prof. Chapman e question time con le autorità locali per la definizione congiunta di modelli applicativi della giustizia riparativa (solo per invito- è gradita la partecipazione dei giornalisti interessati, previo accredito);

28 aprile, ore 10:00-13:00, Comune di Tempio Pausania, Aula Consiliare, Lectio Magistralis del prof. Chapman e condivisione con autorità, professioniste e professionisti, cittadine e cittadini, della sperimentazione di Tempio Pausania città riparativa e delle nuove progettualità (aperto a tutti - è gradita la partecipazione dei giornalisti interessati).