Lingotti di piombo, dettaglio 1

Quando la Fisica e la Chimica incontrano l'archeologia

Martedì, 15 Marzo 2016

La Storia e l'Archeologia incontrano la Fisica e la Chimica per aprire nuove prospettive di conoscenza. È stato un incontro ricco di spunti di riflessione "La Fisica e la Chimica al servizio dei Beni culturali", a cura dell'Ateneo e dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), che questa mattina ha riunito nell'aula Magna dell'Università di Sassari il fisico e magnifico Rettore Massimo Carpinelli, l’Accademico dei Lincei e fisico dell'INFN e dell'Università Milano Bicocca, Ettore Fiorini, assieme a Oliviero Cremonesi (INFN Milano Bicocca), Stefano Nisi (INFN Laboratori Nazionali del Gran Sasso), Massimilano Clemenza (Università e INFN Milano Bicocca), Gabriele Mulas e Valeria Sipala del Dipartimento di Chimica  e Farmacia dell'Università di Sassari. Sono intervenuti anche la vicepresidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Speranza Falciano, che ha presentato CHNET la rete INFN dedicata ai beni culturali, e anche il Soprintendente archeologo della Sardegna Marco Minoja il quale si è detto disponibile e interessato a far sì che la Sardegna, con le sue ricchezze, entri in questa rete di attività.

Proprio Massimo Carpinelli, fisico già presidente della V commissione dell'INFN, guiderà un gruppo di ricerca interdisciplinare di cui fanno parte alcuni ricercatori dell'Università di Sassari oltre ad alcuni studiosi dell'INFN Milano Bicocca, dell'INFN di Pavia, dell’INFN-Laboratori Nazionale del Sud e dell’INFN-Laboratori Nazionali del Gran Sasso. Queste ricerche si propongono di effettuare le analisi archeometriche sui metalli (in particolare piombo, rame e bronzo) di interesse archeologico rivenuti nel Nord Sardegna, tra cui quelli del complesso nuragico di Sant'Imbenia, dove opera l'archeologo dell'Università di Sassari Marco Rendeli. "La Sardegna è un laboratorio eccezionale per studi tra fisica e archeologia – ha dichiarato Massimo Carpinelli – Partendo dalla fisica di base, possiamo risolvere problematiche di altro genere. Dopo l'incontro di oggi, la collaborazione andrà avanti con uno spirito di valorizzazione delle competenze interdisciplinari".