Uniss_primo laureato della Casa Cicondariale di Nuoro

P.U.P. - Primo laureato della Casa Circondariale di Nuoro

Giovedì, 1 Agosto 2019

Il Polo Universitario Penitenziario dell’Università di Sassari attraversa un momento particolarmente fertile della sua attività annuale. Dopo il workshop “Dentro & Fuori” che ha caratterizzato l’attività di metà giugno, nel mese di luglio l'Ateneo celebra la prima laurea ottenuta, in Scienze Forestali, da un detenuto della Casa Circondariale di Nuoro, un segnale importante di come sia possibile concludere un percorso di studi universitari anche in una sede penitenziaria diversa dalle più note Tempio e Alghero, dove i detenuti che hanno conseguito la laurea sono già molti.

“Questa laurea a Nuoro ci rende particolarmente orgogliosi – spiega il Prof. Emmanuele Farris, delegato del Rettore dell’Università di Sassari per il Polo Universitario Penitenziario – perché dà senso a tanti sforzi che insieme all’Amministrazione Penitenziaria portiamo avanti da anni anche nel carcere di Nuoro. Inoltre, il fatto che lo studente abbia potuto conseguire il titolo nella sede nuorese dell'università rappresenta un deciso segnale verso il pieno reinserimento nella società, una conferma che gli studi universitari possono costituire un viatico, uno strumento decisivo per chi, pur avendo sbagliato, vuole imprimere un cambiamento radicale alla propria vita”.

La laurea conseguita a Nuoro non mette però in ombra un’altra laurea, conseguita col massimo dei voti a Sassari da uno studente detenuto nella Casa di Reclusione di Tempio-Nuchis. “Ogni volta che uno studente detenuto consegue il titolo – commenta il Rettore dell’Università Massimo Carpinelli – e per di più nell’aula magna dell’Università come tutti gli altri studenti, si realizza un piccolo miracolo, un evento che dovrebbe dare soddisfazione a tutte le istituzioni e speranza alle persone che hanno difficoltà ad accedere ai percorsi di alta formazione”.