Da sinistra Cristiano Nicoletti, Massimo Carpinelli, Luca Deidda, Roberto Furesi

Presentata la cerimonia uniss457

Venerdì, 11 Gennaio 2019

Martedì 15 gennaio il Rettore Massimo Carpinelli inaugurerà il 457esimo Anno Accademico dalla fondazione dell'Università di Sassari. Ospite d'onore il Maestro Beatrice Venezi, giovane e apprezzata direttrice d'orchestra toscana, grande conoscitrice e interprete di Giacomo Puccini.

L'evento è stato presentato stamattina durante una conferenza stampa dal Rettore Massimo Carpinelli, dal prorettore Vicario Luca Deidda, dal Delegato al Sistema bibliotecario di ateneo, Archivi, Museo, Rapporti con i media e Divulgazione scientifica, Roberto Furesi e dal nuovo Direttore generale dell'Ateneo, Cristiano Nicoletti.

"Ho scelto Beatrice Venezi perché, nonostante i suoi 29 anni, ha già una grande esperienza e dimostra che con il talento si possono raggiungere alte vette anche in giovane età", ha affermato Carpinelli.

La conferenza stampa è stata l'occasione per parlare degli ottimi risultati di gestione raggiunti dall'Ateneo, che grazie a un bilancio in ordine ha potuto completare l'assunzione di 65 componenti del personale tecnico amministrativo e circa 100 docenti.

Tra gli obiettivi per il prossimo anno, l'incremento dell'internazionalizzazione, dei servizi e degli spazi agli studenti, come sottolineato anche dal nuovo Direttore generale Cristiano Nicoletti: "Puntiamo principalmente alla semplificazione amministrativa e dematerializzazione", ha affermato Nicoletti.

La cerimonia

Il 15 gennaio la cerimonia si svolgerà nella storica Aula Magna di piazza Università a partire dalle 11.00. In apertura, dopo l'ingresso del Corteo Accademico, è prevista la relazione del Rettore Massimo Carpinelli. A seguire, interverranno Riccardo Zallu in rappresentanza del Personale Tecnico amministrativo e il rappresentante degli studenti Saidi Ayoub.

Spazio poi alla lectio magistralis di Beatrice Venezi, intitolata "Giacomo Puccini: l’attualità e la modernità della tradizione".

Partecipano alla cerimonia l'Associazione Goliardica Turritana e l'Associazione Coro dell'Università di Sassari.

L'evento potrà essere seguito in diretta web streaming sul sito dell'Università di Sassari www.uniss.it grazie al Laboratorio Reporters Tv. Inoltre, con l'hashtag ufficiale #uniss457, la cerimonia sarà divulgata sui canali social dell'Università di Sassari Facebook, Twitter, Instagram e Youtube.

Beatrice Venezi

Direttore d'orchestra, pianista e compositrice nata nel 1990.

Diplomata in Pianoforte sotto la guida del M° Norberto Capelli, si è perfezionata con i Maestri Lucchesini, De Maria e Balzani.

Allieva del M° Piero Bellugi per la Direzione d'orchestra,  si è diplomata presso il Conservatorio "G. Verdi" di Milano con il massimo dei voti cum laude sotto la guida del M° Vittorio Parisi. Ha approfondito la sua tecnica direttoriale con il M° Gianluigi Gelmetti presso l'Accademia Chigiana di Siena e con il  M° John Axelrod, di cui è stata assistente nella produzione di "Candide" di Leonard Bernstein presso il Maggio Musicale Fiorentino nel 2015.

Ha studiato Composizione con il M° Gaetano Giani Luporini.

Beatrice inizia la propria carriera come maestro collaboratore e vocal coach, facendo il proprio debutto sinfonico nel 2012.

Come direttore d'orchestra svolge la propria attività sia in Italia che all'estero, collaborando con orchestre nazionali ed internazionali, tra cui: l’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, l’Orchestra Filarmonica Campana, l’Orchestra da Camera Fiorentina, l’Orchestra della Magna Grecia, l’Orchestra Filarmonica di Lucca, l’Orchestra Filarmonica di Benevento, l’Orchestra della Fondazione Bulgaria Classic, l’Orchestra e il coro del Teatro Bolshoij di Minsk, l’Orchestra Filarmonica Nazionale di Odessa.

Negli anni collabora con festival importanti quali il New European Festival di Stuttgart, il Festival di Bellagio e del Lago di Como, il Festival Pontino di musica contemporanea per il quale tiene il concerto di apertura della 50esima edizione nel 2014 il Maggio Musicale Fiorentino dove lavora con il M° John Axelrod, di cui è assistente nella produzione di “Candide” di Leonard Bernstein nel maggio 2015.

 

Nel novembre 2014 si esibisce per la prima volta con la Nuova Orchestra Scarlatti, l’ex orchestra della Rai di Napoli: è amore a prima vista da entrambe le parti. Seguono numerosi altri concerti con le varie compagini della Scarlatti fino a che nel 2016 viene nominata anche Direttore Principale dell’Orchestra Scarlatti Young, la compagine giovanile nata nel 2015 in seno all’orchestra senior.

Nel giugno 2016 a Yerevan c’è un nuovo colpo di fulmine in seguito alla sua partecipazione all’Aram Khachaturian Conducting Competition. Già dopo il primo round viene avvicinata dal direttore artistico dell’orchestra che le propone la nomina di Assistant Conductor della State Orchestra of Armenia; Beatrice accetta.

Nell’estate del 2016 debutta presso il Festival Puccini di Torre del Lago con l’opera “Turandot” di Ferruccio Busoni.

A marzo 2017 ha debutta all’Al Bustan Festival di Beirut insieme ad un’altra musicista Made in Italy, la pianista Gloria Campaner. Ancora nel 2017 dirige alla State Opera House of Georgia a Tbilisi, la Ukrainian Radio Symphony Orchestra e l’Orquestra Classica da Madeira. Al 63° Festival Puccini di Torre del Lago - edizione 2017, dove dirige “La Rondine” del centenario, il Maestro Beatrice Venezi viene nominata Direttore Principale Ospite.

Nel 2018 il debutto al Teatro dell’Opera e del Balletto di Sofia e al Teatro Nazionale Ivan Zajc di Rijeka, con Sofia Philharmonic, con la Japan Virtuoso Symphony Orchestra alla Suntory Hall di Tokyo, con l’ Orchestra Milano Classica, con la Belorusian State Radio and TV Symphony Orchestra e il coinvolgimento nel festival Lucca Classica Music Festival. Nel luglio 2018 a Lucca, la città natale di Giacomo Puccini, sul palco all’aperto del Lucca Summer Festival - uno dei principali festival di musica pop e rock italiani - crea il Puccini Day , un concerto per circa 5000 persone dedicato al Maestro per i suoi 160 anni, così da dimostrare che “classical rocks”.

Grande appassionata di musica a 360°, dalla classica all’elettronica, si batte per la divulgazione dell’opera in maniera accessibile e accattivante. Sempre in prima linea, per far scoprire ai giovani la musica classica - è anche Direttore Principale dell’Orchestra Scarlatti Young - si presta a iniziative in collaborazione con artisti rappresentativi di generi musicali diversi, come ad esempio,il suo dialogo con Rocco Hunt agli MTV Digital Days del 2016 o la collaborazione con il rapper Livio Cori per Rolling Stone nel 2017.

La dimensione sociale della sua musica ha un importante messaggio di apertura e innovazione, grazie alla sua carriera nei maggiori teatri del mondo, anche in paesi molto conservatori. Attraverso il suo ruolo di Assistant Conductor della State Youth Orchestra of Armenia, Beatrice è stata la prima donna sul podio a ricevere l’apprezzamento del pubblico e la stima per il suo impegno per l’eradicazione di ogni discriminazione nei confronti delle donne.

RICONOSCIMENTI

Nel 2015 viene insignita del prestigioso “Premio Donna 8 Marzo - La Musica per la Vita” dall’Associazione ASSAMI - Amici del Conservatorio di Milano.

Nel 2016 riceve il “Premio Cupisti” per i giovani talenti della musica, assegnatole dall’Associazione Culturale Michelangelo Cupisti e dalla Fondazione Festival Pucciniano.

Nel 2017 il Maestro Beatrice Venezi viene eletta dal Lions Club Milano alla Scala vincitrice dello storico premio “Scala d’Oro” per le sue grandi capacità artistiche e l’impegno per la diffusione della cultura musicale nelle giovani generazioni.
Sempre nel 2017 il Maestro riceve il prestigioso premio Targa d’argento Luciana Pardini dal Circolo Catalani di Lucca, premio riservato alle giovani talenti della musica classica.

Nel 2018 viene insignita dell’Ethic Award dalla Fondazione Oscar Pomilio Blumm di Pescara, del Premio Internazionale “San Francesco and Chiara d’Assisi” per il Dialogo tra i Popoli e le loro Culture e del Premio Nazionale “Gentile da Fabriano” - sezione Carlo Bo per l’arte e la Cultura.

Nel 2015 viene selezionata, insieme ad altri personaggi Italiani conosciuti a livello internazionale, come ad esempio Eleonora Abbagnato e Carlo Cracco, come paladina di una visione tanto innovativa da essere inserita nel progetto Audi Innovative Thinking, nato per raccogliere idee e testimonianze degli innovatori contemporanei.

Il Corriere della Sera la segnala tra le 100 donne dell’anno 2016 e ne riconferma lo spessore inserendola tra le 50 del 2017 che in tutto il mondo si sono distinte per la loro professionalità e sono state rivoluzionarie, resilienti, anticonformiste, pioniere, paladine di femminilità, creatività e risorse innovative. Nel 2018 Forbes la inserisce nell’elenco dei 100 giovani leader del futuro.

 

Nel maggio 2017, Beatrice Venezi è stata relatrice del TEDxBergamo con lo speech “Avanti, Maestro!” .

Nella primavera 2019 sono previste la pubblicazione del primo disco sul repertorio sinfonico pucciniano per l’etichetta Warner Classics.