banner nrd

Nuovo progetto di Cooperazione tra UNISS e le Università Egiziane

Giovedì, 10 Marzo 2016

Lo scorso 7 marzo si è ufficialmente inaugurato presso la Facoltà di Agraria dell'Università del Cairo (9000 studenti iscritti nella Facoltà e 400.000 studenti iscritti nell'Università) un nuovo progetto internazionale  dell'Università di Sassari grazie al coordinamento del Nucleo di Ricerca sulla Desertificazione (NRD).

Il progetto denominato InterUniversity Learning in Higher Education on Advanced Land Management (ILHAM), finanziato dall'Unione Europa all'interno del programma Erasmus+ Capacity Building, mira ad istituire in Egitto un Master sul tema della gestione sostenibile del territorio insieme a quattro Università Egiziane: l'Università di Alessandria, l'Università del Cairo, l'Università di Damanhur e l'Università di Zagazig.

Al progetto partecipano inoltre la School of Earth and Environment dell'Università di Leeds, il Dipartimento di Scienze Agroalimentari dell'Università di Salonicco, UNIMED, un'associazione di Università che si affacciano sul Mediterraneo e un'impresa, la Advanced Computer System  che svilupperà, insieme  alle Università partner del progetto, applicazioni informatiche dedicate all'introduzione di nuovi strumenti di didattica. Il progetto ha una durata di tre anni.

Solo il 3% del territorio egiziano è coltivato, tuttavia nel paese esistono rilevanti processi di desertificazione e urbanizzazione che provocano ogni anno la riduzione di terra coltivabile. Il progetto mira quindi a migliorare il livello di conoscenze teorico-pratiche dei docenti egiziani e a sviluppare nuovi metodi di didattica per corsi universitari con un forte carattere multidisciplinare.

L'obiettivo finale del progetto è l'istituzione di un nuovo Master congiunto tra le Università Egiziane partner del progetto dove saranno formati studenti capaci di affrontare e trovare spazi nel mercato del lavoro sul tema legato alla gestione sostenibile del territorio, tema quanto mai attuale in tutti paesi e, in particolare, nei paesi del Nord-Africa.  

Foto