No man's Library: la biblioteca di tutti

Lunedì, 7 Maggio 2018

SASSARI. Gli spazi dell’ex Biblioteca universitaria di Sassari, spogli dei libri migrati verso una nuova sede, rivivono grazie al contributo di 54 artisti della scena internazionale, rappresentativi di 16 nazioni e 4 generazioni, che raccolgono l’invito a riempire d’arte le scaffalature vuote.

Giovedì 10 maggio alle 18.00 nella sede centrale dell'Università di Sassari, nell'ex Biblioteca universitaria di piazza Università, sarà inaugurata la mostra "No Man's Library/La Biblioteca di Tutti", nell'ambito del progetto "Sentieri contemporanei". Ceramica, tessuti, bronzo, acqua, neon, laser e, ovviamente, quintali di carta si appropriano dei ripiani e si accompagnano al contributo di fotografi, poeti e film-maker. L’ordine alfabetico è l’unica convenzione dell’esposizione, che presenta al pubblico un catalogo per autori di interpretazioni diversissime, una accanto all’altra e dalla prima all’ultima lettera dell’alfabeto internazionale.

No Man's Library / La Biblioteca di Tutti, a cura dell'associazione Zerynthia,  fa parte del progetto triennale Sentieri Contemporanei, palinsesto itinerante di dialogo ed interazione tra arte, scienza e formazione promosso da Fondazione di Sardegna con Decamaster / Master in Diritto ed Economia per la Cultura e l'Arte dell'Università di Sassari e Zerynthia Associazione per l'Arte Contemporanea O.D.V., e con il patrocinio della Fondazione No Man's Land.

La mostra sarà visitabile fino al 30 giugno. Per tutto il mese di maggio, a partire dal 10, sarà aperta nei giorni lunedì-giovedì di mattina dalle 10.00 alle 13.00, venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16:00 alle 19:00. Nel mese di giugno, di pomeriggio dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18.

All'inaugurazione saranno presenti gli artisti Bruna Esposito, gerlach en koop, Gert Robijns, Marco Fedele di Catrano, Felice Levini, HH Lim, Olaf Nicolaj, Massimo Piersanti, Annie Ratti, Remo Salvadori, ManfreDu Schu,  Antonio Trimani, Roman Uranjek (IRWIN) e il regista Ferdinando Vicentini Orgnani.

No Man’s Library / La Biblioteca di Tutti è accompagnata fino alla fine di giugno dal programma di workshop e seminari interdisciplinari Sentieri Contemporanei. Tra arte, scienza e formazione, a cura di Decamaster / Master in Diritto ed Economia per la Cultura e l'Arte e con la partecipazione dei Dipartimenti dell’Università degli Studi di Sassari e di Università, Enti, Istituzioni e professionisti italiani ed esteri. I seminari inizieranno proprio il 10 maggio alle 9.30 e si terranno nei locali della ex Biblioteca Universitaria. L'ingresso alla mostra e ai seminari è libero e gratuito.

 

Gli artisti

Artisti

Mario Airò / Maria Thereza Alves / Marco Bagnoli / Massimo Bartolini / Gianfranco Baruchello / Elisabetta Benassi / Rossella Biscotti / Katinka Bock / Paolo Canevari / Jimmie Durham / Bruna Esposito / Jan Fabre / Matteo Fato / Marco Fedele di Catrano / Federico Fusj / Rainer Ganahl / Alberto Garutti / gerlach en koop / Laura Grisi / H.H. Lim / Fabrice Hyber / IRWIN / Franz Kapfer / Gülsün Karamustafa / Koo Jeong A / Donatella Landi / Felice Levini / Sergio Lombardo / Mark Manders / Kris Martin / Liliana Moro / Hidetoshi Nagasawa / Matteo Nasini / Olaf Nicolai / Maria Nordman / Luigi Ontani / Luca Maria Patella / Luana Perilli / Cesare Pietroiusti / Alfredo Pirri / Michelangelo Pistoletto / Annie Ratti / Gert Robijns / Remo Salvadori / Maurizio Savini / ManfreDu Schu / Roman Signer / Ettore Spalletti / Michele Spanghero / Donatella Spaziani / Leonid Tishkov / Luca Vitone / Erwin Wurm / Zafos Xagoraris
Claudio Abate / Elisabetta Catalano / Gino Di Paolo / Attilio Maranzano / Massimo Piersanti

Special Guests
opere di Yona Friedman e Maria Lai

Estratti video di
Jean-Baptiste Decavèle / Bernhard Riff / Antonio Trimani / Tommaso Trini / Ferdinando Vicentini Orgnani

Manoscritti dei poeti

Anna Cascella / Alda Merini / Daniele Pieroni / Francesco Serrao / Valentino Zeichen

Il filo conduttore del progetto Sentieri Contemporanei è rappresentato da una grande installazione modulare di Yona Friedman con Jean-Baptiste Decavèle dal titolo No Man's City / La Città di Tutti che costituisce lo scenario, mobile e mutevole, delle varie tappe di Sentieri Contemporanei ed è ora installata all'interno del Chiostro dell’Università degli Studi di Sassari.

Dopo la riattivazione dell’ex mercato civico di Alghero e l’intervento temporaneo nelle stazioni di Oschiri e Berchidda nel 2017, il progetto continua a lavorare sull’interpretazione degli spazi della collettività in senso culturale e sulla loro connessione con il panorama nazionale e internazionale dell’arte tramite una nuova importante mostra, aperta con ingresso libero fino alla fine di giugno.

Lo sviluppo del progetto e la sinergia con il territorio si collocano nell’orizzonte di attuazione della Terza Missione dell’Ateneo di Sassari.

Per la realizzazione dei progetti espositivi, Sentieri Contemporanei si avvale della partecipazione attiva degli studenti dell'Università degli Studi di Sassari, dell'Accademia di Belle Arti di Sassari e della collaborazione di volontari provenienti da varie città italiane.

I seminari

Sentieri Contemporanei. Tra arte, scienza e formazione

Ciclo di incontri e lectures (dal 10 maggio al 30 giugno)- Ex Biblioteca Universitaria, piazza Università 21

 

I primi incontri:

 

Lezione aperta di Cecilia Casorati

Giovedì 10 maggio 2018 alle ore 9:30

Lezione aperta della Prof.ssa Cecilia Casorati, critica d’arte, curatrice e docente di Fenomenologia e Linguaggi dell’Arte contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti di Roma.

 

Workshop con Jean-Baptiste Decavèle

Giovedì 10 maggio 2018 alle ore 11:30

 

Workshop con gli studenti a cura dell‘artista Jean-Baptiste Decavèle.

 

No Man’s Library - Dietro le quinte

Venerdì 11 maggio 2018 alle ore 11:00

 

Incontro con gli artisti Bruna Esposito, Remo Salvadori, Gert Robijns, Manfredu Shu e con Dora Stiefelmeier, curatrice. Modera l'incontro Manuela Gandini, critica d'arte e giornalista de La Stampa.

 

INGRESSO LIBERO ALLA MOSTRA E A TUTTI GLI EVENTI

I partner

I PARTNER

Fondazione di Sardegna

Soggetto non profit, privato e autonomo, che persegue esclusivamente scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico.                                                                       www.fondazionedisardegna.it

 

Decamaster

Il Master universitario in Diritto ed Economia per la Cultura e l’Arte (DECA) dell'Università di Sassari forma figure professionali capaci di operare nel settore, pubblico e privato, della gestione, tutela e valorizzazione di patrimoni dell’arte e della cultura e della organizzazione e gestione di servizi, attività ed eventi culturali. Attivato per la prima volta come master di I livello nell’anno accademico 2010/11, ha formato in quattro edizioni più di ottanta esperti del settore. A partire dall’anno accademico in corso (2017/18) é stato attivato quale master di II livello specificamente orientato alla formazione di operatori qualificati per l’attuazione di politiche pubbliche di sviluppo territoriale su base culturale.                                               www.decamaster.it

              

Zerynthia

Zerynthia, Associazione per l'Arte Contemporanea, costituita nel 1991, e da luglio 2015 OdV (Organizzazione di Volontariato), cura, promuove e organizza manifestazioni di arte contemporanea in Italia e all'estero con l'intento di sperimentare nuove modalità di fruizione dell'arte, anche attraverso la relazione con altri campi disciplinari. Collabora con Enti pubblici e privati interessati a un'integrazione con l'arte contemporanea, vista come vettore di sviluppo e arricchimento culturale. Attraverso una serie di partnership con istituzioni europee di grande prestigio - Musei, Centri di Cultura, Fondazioni, Zerynthia ha creato una reale e concreta rete operativa internazionale.                                                          www.zerynthia.it

 

Fondazione No Man’s Land

La No Man's Land Foundation ha come obiettivo l'innovazione e rigenerazione economico-sociale attraverso i vettori dell'arte contemporanea e della ricerca scientifica. La Fondazione considera la società e l'ambiente come sistemi che si possono definire a misura d'uomo e che per questo devono essere valorizzati da tutti. La Fondazione promuove il coinvolgimento diretto del pubblico e i valori di autonomia, sostenibilità, adattabilità, auto-organizzazione, auto-pianificazione. Yona Friedman è il riferimento filosofico della Fondazione, di cui è anche presidente onorario. Egli afferma che No Man's Land permette a tutti di sviluppare una propria cultura. "No Man's Land è forse il primo passo verso la reinvenzione dell'umanità". La Fondazione No Man's Land, costituita a Loreto Aprutino (PE), Italia, è stata riconosciuta come persona giuridica nel marzo 2017.                                                                                      https://nomanslandfoundation.org