L'Università di Sassari in Vietnam tra nuovi ospedali e alta formazione

Venerdì, 27 Maggio 2016

HUE', VIETNAM. Da un lato, creazione di infrastrutture sanitarie moderne, dall'altro formazione universitaria di alto livello: sono le due anime complementari della cooperazione internazionale dell'Università di Sassari in Vietnam. La prossima tappa sarà l'avvio dei lavori dell’International Institute for Biomedical Research and Biotechnology, a Huè, ma non meno importante è stato, sempre a Huè, il "Festival della Scienza" che ha incoronato 9 studenti e studentesse vietnamite a conclusione del master internazionale dell'Università di Sassari in "Medical Biotechnology". Durante la cerimonia, che si è svolta nei giorni scorsi, è stata inoltre avviata ufficialmente la IV edizione del master diretto dal prof. Pier Luigi Fiori.

Le attività di cooperazione internazionale dell'Università di Sassari in Vietnam sono cominciate nel 2001, su impulso del prof. Piero Cappuccinelli, con la firma  di un accordo di collaborazione accademica con la Huè University of Medicine and Pharmacy (HUMP). Molti i risultati ottenuti dall'Università di Sassari in questi anni: 15 dottori di ricerca formati in "Life Sciences and Biotechnology", 30 studenti e studentesse del Master in "Medical Biotechnology" (compresi i 9 che hanno appena ricevuto la pergamena), la pubblicazione su riviste internazionali di ricerche di microbiologia, in collaborazione tra le due università, sull'identificazione di agenti patogeni responsabili di gravi epidemie e lo studio delle nuove resistenze agli antibiotici. Aspetti molto rilevanti nelle regioni del sud-est asiatico dove si sono originate alcune epidemie che hanno rappresentato reali emergenze sanitarie (come la SARS). A questi esiti  si aggiungono le infrastrutture sanitarie connesse al progetto "Carlo Urbani".

Il progetto "Carlo Urbani". Il progetto è dedicato al medico e microbiologo italiano che per primo individuò la SARS proprio ad Hanoi, in Vietnam, nel 2003, e che di SARS morì, lasciando in eredità all'OMS un protocollo anti pandemie ancora attuale. In sua memoria, sono stati costruiti un laboratorio di diagnostica avanzata microbiologica e virologica, dotato di una sezione a livello di biosicurezza 3 per patogeni  ad alto rischio e un reparto di terapia intensiva con stanze per l’isolamento di pazienti contagiosi. E’ stato elaborato il ‘’master plan’’ per l’Ospedale Universitario ed è in preparazione il progetto esecutivo per la costruzione a Huè dell’International Institute for Biomedical Research and Biotechnology, di cui faranno parte le strutture del Carlo Urbani Center già operative. Le infrastrutture sono state finanziate con un credito d’aiuto del Governo Italiano e l’inizio dei lavori è previsto entro l'anno. Gli altri finanziatori, oltre a Università di Sassari e Huè University of Medicine and Pharmacy, sono Ministero Affari Esteri-Direzione generale per la Cooperazione e lo Sviluppo, Asian Development Bank- governo vietnamita, Regione autonoma della Sardegna-Sardegna Ricerche.

Il professor Piero Cappuccinelli. "Sono state acquistate moderne attrezzature per il laboratorio, la terapia intensiva e la chirurgia pediatrica e messe a punto nuove metodiche di diagnostica molecolare e protocolli terapeutici e chirurgici. E’ stato inoltre predisposto un piano per l’acquisto delle attrezzature per l’International Institute, con fondi già acquisiti - spiega il prof. Piero Cappuccinelli – Ma le strutture ospedaliere hanno bisogno di competenze, ed è per questo che portiamo avanti i master e i dottorati". L'impegno del prof. Piero Cappuccinelli, accademico dei Lincei e professore emerito di Microbiologia dell'Università di Sassari,  è stato premiato dalla Huè University che gli ha conferito nel 2009 il titolo di "Honorary professor", mentre nel 2010 il Ministry of Health del Governo vietnamita gli ha assegnato la medaglia "For the cause of health" per il suo contributo allo sviluppo della sanità in Vietnam.

Approfondimento su TG2 Dossier. Le attività di cooperazione internazionale dell'Università di Sassari in Vietnam saranno oggetto di approfondimento da parte di "TG2 Dossier" nella puntata che andrà in onda sabato 28 maggio alle 23.35 su Rai2.

 

--