Palazzo del Rettorato

L'Università di Sassari fa studiare i detenuti

Lunedì, 13 Marzo 2017

È stata firmata nei giorni scorsi a Cagliari la convenzione per il Prestito Bibliotecario tra l’Università di Sassari e il Provveditorato Regionale dell'Amministrazione Penitenziaria della Sardegna, alla presenza del Provveditore Dr. Maurizio Veneziano, del Prorettore dell’ateneo turritano Prof. Luca Deidda e del Delegato Rettorale per i rapporti con l’Amministrazione Penitenziaria Dr. Emmanuele Farris.

Questo accordo integra il Protocollo d’Intesa attivo tra l’Università di Sassari e il Provveditorato dal 26 marzo 2014 e regolamenta l’accesso al patrimonio librario dell’ateneo da parte degli studenti in regime di detenzione. Grazie ai fondi erogati annualmente dall’Ente Regionale per lo Studio Universitario (ERSU Sassari), l'Ateneo acquisterà una parte dei libri di testo che saranno accessibili nelle biblioteche del Sistema bibliotecario di Ateneo tramite il servizio di prestito esterno, da esercitare con delega, e il prestito interbibliotecario. In pratica, i volumi vengono trasferiti nelle biblioteche carcerarie e poi restituite alle biblioteche universitarie alla fine del prestito.