Massimo Carpinelli ad Ajaccio per l'insediamento della Consulta sardo-corsa_foto ANSA

Il Rettore ad Ajaccio per l'insediamento della consulta sardo-corsa

Venerdì, 8 Luglio 2016

AJACCIO. L'Università è stata protagonista della prima seduta della Consulta interistituzionale sardo-corsa, che si è insediata oggi ad Ajaccio e ha voluto intraprendere il proprio cammino partendo dal ruolo centrale delle università nella ricerca e nell'istruzione.

Presente il Rettore dell'Università di Sassari Massimo Carpinelli, che ha illustrato le collaborazioni in atto tra l'Ateneo e l'Università della Corsica Pascal Paoli e le prospettive future. "Il rapporto tra l'Università di Sassari e l'Università di Corsica è già solido da diversi anni, come dimostrano le tante iniziative in corso" - ha dichiarato Carpinelli - Stiamo lavorando per intensificare il rapporto non solo attraverso progetti comuni di tipo culturale e scientifico, ma anche pianificando corsi di laurea a doppio titolo e progetti di scambio di studenti". La vicinanza anche geografica della sede di Olbia dell'Ateneo di Sassari- è emerso durante la seduta- è senz'altro un punto a favore della stretta collaborazione tra le due realtà.

Il Rettore ha anche ricordato l'ingresso dell'Ateneo di Sassari in RETI-Rete d'Eccellenza dei Territori Insulari - su iniziativa del suo predecessore - con l'obiettivo di dare risalto a tematiche come l'insularità, la ricerca comparativa in campo geografico, biologico, strategico-politico, ma anche economico e sociale, culturale, storico e archeologico.

"Siamo lieti di aver potuto dare un contributo a questa importante iniziativa, voluta dal Presidente del Consiglio Regionale on. Gianfranco Ganau e da tutta l'Assemblea",  ha concluso il Rettore Massimo Carpinelli. Erano presenti anche il il prorettore vicario dell’Università di Cagliari, Francesco Mola, e il delegato dell’Ateneo Pascal Paoli di Corte, Matteo Graziani. 

L'istituzione della consulta sardo-corsa è stata approvata dal Consiglio Regionale sardo il 28 aprile (giorno di "Sa Die de sa Sardigna") e dall'Assemblea della Corsica il 26 maggio. Obiettivo primario del nuovo organismo è il riconoscimento dell'insularità e dei relativi diritti all'interno dell'Unione Europea.