conferenza_stampa_uniss_3_marzo_2022_pnrr_Giuseppe Pulina, Marco Breschi, Gavino Mariotti, Pier Andrea Serra

Il PNRR chiama, la Sardegna risponde

Giovedì, 3 Marzo 2022

Giovedì 3 marzo nell'aula magna dell'Università di Sassari è stata presentata la proposta progettuale relativa alla costituzione dell’ecosistema e.INS – Ecosystem of Innovation for Next Generation Sardinia.
Sono intervenuti  il Rettore Gavino Mariotti, il Prorettore alla Ricerca Giuseppe Pulina, il Prorettore alla Terza Missione Pier Andrea Serra e il Direttore Generale dell'Ateneo Marco Breschi.
Erano presenti anche i referenti degli enti affiliati che hanno collaborato alla proposta progettuale in risposta all'avviso pubblico legato al PNRR.

 

----

La proposta progettuale relativa alla costituzione dell’ecosistema e.INS – Ecosystem of Innovation for Next Generation Sardinia è stata presentata entro il 24 febbraio, termine previsto dal Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR). Parte così l’iter che nei prossimi mesi attraverserà le fasi di valutazione, elaborazione di una graduatoria, predisposizione della proposta integrale, negoziazione con il MUR, costituzione e avviamento.

La compagine proponente è costituita da 24 soggetti sia di natura pubblica che privata; di questi, 10 sono soggetti costituenti l’HUB: RAS-Regione Sardegna, UniSS-Università di Sassari, UniCA-Università di Cagliari, Banco di Sardegna, Fondazione di Sardegna, Unioncamere Sardegna, Confindustria Sardegna, Legacoop Sardegna, So.G.Aer Spa, Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna, mentre gli altri 14 si suddividono tra coordinatori e affiliati Spoke.

L’ecosistema che ha dato vita alla proposta progettuale è inserito nell’area di specializzazione "Humanistic culture, creativity, social transformations, society of inclusion" ed è stato delineato in stretta correlazione con le principali strategie di sviluppo regionali. Questi i dieci ambiti di intervento: Medicine, Tourism and Cultural Heritage, AgriVet, Finance and Credit services to the territory and to businesses, Aerospace, Energy, Digital, Mobility, Environmental Heritage, Biopharmacology. Il valore complessivo degli interventi è pari a 120 milioni di euro.

La proposta progettuale è corredata da 115 “Dichiarazioni di Intenti a Collaborare” rappresentativi di un numero significativo di collaborazioni formalizzate con soggetti pubblici e privati a livello regionale, nazionale e internazionale che concorreranno alle attività dell’ecosistema e che testimoniano l’elevato livello di interesse, partecipazione e sostegno del territorio.

Nel pieno rispetto delle direttive dell’Avviso pubblico, il progetto è sostenuto da una massa critica totale composta da 459 persone, di cui 263 uomini (57,3%), 196 donne (42,7%), con il coinvolgimento di 66 (14,4%) ricercatori junior.

Il processo di selezione porterà alla costituzione di 12 Ecosistemi su tutto il territorio nazionale.

In caso di successo della selezione, i partner che hanno aderito all’HUB come soggetti costituenti si sono impegnati alla formalizzazione della partnership in forma consortile entro i 30 giorni che seguono la comunicazione del MUR.

 

Nel dettaglio, la proposta progettuale ha risposto all’ “Avviso pubblico per la presentazione di Proposte di intervento per la creazione e il rafforzamento di "ecosistemi dell'innovazione", costruzione di "leader territoriali di R&S" – Ecosistemi dell’Innovazione – nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, Missione 4 Istruzione e ricerca – Componente 2 Dalla ricerca all’impresa – Investimento 1.5, finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU”.