mano che scrive POC con penna nera

Il MISE seleziona e finanzia Uniss con il progetto DIPIÚ

Uniss è fra le 23 proposte selezionate dal Mise per la valorizzazione del portafoglio brevetti e finanziato dal primo bando nazionale PoC (Proof of Concept).
Lunedì, 21 Settembre 2020

C'è anche l'Università di Sassari, con il progetto DIPIU' (Dare valore all'Innovazione ed alla Proprietà Intellettuale ad UNISS),  fra le 23 proposte selezionate dal Mise per la valorizzazione del portafoglio brevetti e finanziato dal primo bando nazionale PoC (Proof of Concept).

Verrà così sostenuto un percorso di innalzamento del livello di maturità delle invenzioni coperte da tutela, affinché possano diventare oggetto di azioni di sviluppo anche, e soprattutto, da parte del sistema imprenditoriale.
E’ noto che la fase più critica della valorizzazione della tecnologia intercorre fra la nascita dell’invenzione ed il completamento dello sviluppo del prodotto, cioè quando vengono testati i primi prototipi, identificati i mercati di sbocco e tutelata la proprietà intellettuale (IP).
In questa fase, definita di funding gap, si evidenzia l’asimmetria informativa fra l'attività di ricerca ed innovazione ed il mercato: è una fase nella quale è elevato il rischio d'impresa e ancora carenti i fondi privati.
Da un lato i ricercatori incontrano spesso difficoltà nel reperire i fondi che consentano di passare dalla ricerca all'innovazione tecnologica, dall'altra le aziende non investono in progetti che hanno un grado di rischio troppo elevato. 
Il progetto DIPIU’, di complessivi 240.000€ (50% Mise e 50% Ras) e della durata di 18 mesi, rappresenta lo strumento innovativo più valido di superare il funding gap, riducendo l'incertezza iniziale nello sfruttamento della tecnologia e permettendo di dare validità alla fattibilità tecnica ed economica della scoperta. Si attende infatti, come riportato anche in letteratura scientifica, un ulteriore impatto positivo sul sistema dell'innovazione in ambito universitario, sullo sviluppo economico regionale e nazionale, che favorisce in maniera significativa l'imprenditorialità dei ricercatori attraverso l'aumento della nascita di nuove imprese innovative in forma di spin-off universitari.
UNISS coinvolgerà i propri inventori, selezionando, per la partecipazione al PoC del programma DIPIU’, quelle candidature che si riferiscano ad attività di ricerca già avviate dai team proponenti e per le quali si propone uno sviluppo con finalità di utilizzo economico-produttivo. Verranno realizzate tutte le attività necessarie a trasferire la tecnologia sviluppata e già tutelata da domanda di brevetto, verso la realtà industriale e la creazione di nuove imprese innovative. 
DIPIU' persegue la finalità generale di valutare la fattibilità tecnica, superare gli ostacoli nel processo di avvicinamento alla fase di commercializzazione, dimostrare il valore delle tecnologie ai potenziali partner investitori, abbattendo notevolmente il rischio associato allo stadio di sviluppo di progetti di trasferimento tecnologico ed innovazione, con conseguenti potenziali benefici anche sul territorio e sul tessuto sociale, che consentirà di raggiungere i seguenti obiettivi:
  1. Lo sviluppo tecnologico attraverso l’incremento nella scala di Technology Readiness Level (TRL).
  2. Definizione del mercato e del modello di business 
  3. Sviluppo del business 
  4. Sviluppo del capitale umano