dono dei medici cinesi

Il dono dei nostri medici cinesi

Giovedì, 11 Giugno 2020

Di fronte a un contagio da Coronavirus in Sardegna quantificato in oltre 1.300 individui, un gruppo di 500 medici che avevano trascorso periodi di studio, formazione e scambio scientifico presso l'Università di Sassari e l’AOU di Sassari (progetto SICT, Specialist International Clinical Training), ha costituito il “Comitato di assistenza per Sassari”. In questo modo, i medici cinesi, coordinati dalla Fondazione BHGF di Pechino, hanno donato alla AOU di Sassari dispositivi di protezione individuale per la lotta al Coronavirus: un lotto di 9600 maschere KN95 (più note come FFP2), 4000 mascherine mediche chirurgiche e 640 paia di occhiali protettivi.

Al Comitato, denominato “Comitato di assistenza dalla Cina per Sassari”, sono  stati inviati dal professor Giuseppe Fanciulli, Responsabile Scientifico del Progetto SICT, parole di ringraziamento e di stima: “In questo momento così complesso della nostra storia, voglio sottolineare, a nome di tutta la nostra comunità, l'importanza e la generosità di questo gesto, che non dimenticheremo mai".