Riproduzione del mammut sardo, vista dall'artista australiano MiloOryx

I mammut abitavano in Sardegna

Martedì, 13 Febbraio 2018

Un recente ritrovamento nei pressi di Alghero di un frammento di tibia, risalente al tardo Pleistocene, ha confermato la presenza dei mammut in Sardegna.

Si tratta di un resto della specie Mammuthus lamarmora, istituita nel 1883 dal paleontologo e zoologo Charles Immanuel Forsyth Major, e oggi oggetto di una pubblicazione sulla rivista Comptes Rendus Palevol, a cura di, Marco Zedda, archeozoologo del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell'Università di Sassari, Maria Rita Palombo paleontologa dell'Università La Sapienza di Roma e Rita Teresa Melis dell’Università di Cagliari.

"Nell'immaginario collettivo, il mammut è considerato un mammifero di enormi dimensioni e legato ad ambienti molto freddi. Il fatto che fosse presente anche in Sardegna, con una specie caratterizzata da una statura più bassa di una persona media, suscita curiosità e interesse", spiega Marco Zedda.

Sulla base delle ricostruzioni fatte dai paleontologi, infatti, l'esemplare in questione doveva essere un Mammut nano, alto non più di un metro e mezzo, con un peso di circa 700 - 800 chilogrammi.

Della recente scoperta si dà notizia in un articolo di Simone Repetto, pubblicato su National Geographic Italia.