L'Università di Sassari alla 74esima Mostra del cinema di Venezia

Cinema: anche l'ateneo di Sassari alla mostra di Venezia

Venerdì, 8 Settembre 2017

VENEZIA. Dalla scrittura alla sceneggiatura, dal soggetto al montaggio, dalle riprese alla realizzazione: il cortometraggio "Viaggio a Stoccolma", interamente prodotto dal Dipartimento di Scienze umanistiche e sociali dell'Università di Sassari con il sostegno della Regione Sardegna e della Fondazione Sardegna Film Commission, si affaccia - attraverso incontri informali - sulla laguna della 74esima Mostra del cinema di Venezia in cerca di diffusione nei festival internazionali e di un'eventuale coproduzione per il lungometraggio: una piccola-grande soddisfazione per gli studenti e le studentesse di Lucia Cardone - docente di Cinema, fotografia e televisione all'Università di Sassari – che ha coordinato il progetto assieme a Giovanna Maina.

Il corto, diretto da Gabriella Rosaleva (già regista di film come “Processo a Caterina Ross” e “La sposa di San Paolo”), parla del viaggio al nord di Grazia Deledda, che nel 1927 ricevette dall'Accademia Svedese il Premio Nobel per la Letteratura. Teatro delle riprese, curate dalla troupe del laboratorio di produzione audiovisiva offi_CINE del Dipartimento di Scienze umanistiche e sociali, sono stati l'Archivio storico Enrico Costa, l'ex carcere di San Sebastiano di Sassari, Palmadula e Monteleone Roccadoria.

Punto di partenza è stata Gabriella Rosaleva e la sua idea di realizzare qualcosa che rendesse omaggio alla scrittrice sarda; grazie all'incontro con Lucia Cardone e Luisa Cutzu - Dottoranda in Lingue e Letterature dell'età moderna e contemporanea - il progetto ha preso corpo piano piano e ha coinvolto importanti figure femminili del panorama artistico e letterario italiano (Alessandra Pigliaru, Giusy Calia, Maria Teresa Soldani), poliedrici artisti sardi (Mattia Enna, Daniele Coni) ma, soprattutto, gli studenti del laboratorio che, grazie a impegno e dedizione, hanno realizzato un prodotto che si appresta - si auspica - a varcare i confini della Sardegna.

L'Università di Sassari è anche coinvolta, assieme all'Ateneo di Cagliari, nel progetto di realizzazione di "Futuro prossimo", il film firmato da Salvatore Mereu e proiettato l'8 settembre all'interno della sezione Orizzonti.