Conferenza stampa Giornate dell'orientamento 2019

Al via l'11 aprile le Giornate dell'orientamento e Scienza in piazza

Mercoledì, 10 Aprile 2019

Si aprirà giovedì 11 aprile la XVI edizione delle "Giornate dell'Orientamento dell'Università di Sassari", manifestazione volta ad accogliere le future matricole. Anche quest'anno il luogo di svolgimento è il Complesso didattico scientifico di via Vienna dove fino a venerdì 12 aprile, tra le 9.00 e le 14.00, i Dipartimenti dell'Ateneo metteranno in mostra i corsi, i servizi, le attività di ricerca, gli sbocchi professionali, le carriere e tutte le indicazioni utili per scegliere il percorso universitario. Un percorso che quest'anno si arricchisce di nuove proposte, dato che anche nell'anno accademico 2019-2020, l'Ateneo ha fatto uno sforzo per proporre nuovi corsi di laurea, sempre più al passo con  le esigenze dei giovani e le richieste del mercato del lavoro. Le novità sono "Scienze motorie, sportive e benessere dell'uomo", "Scienze politiche e giuridiche per l'amministrazione", "Progettazione, Gestione e Promozione Turistica di Itinerari della Cultura e dell'Ambiente".

È prevista la partecipazione di circa 4 mila ragazze e ragazzi delle classi III, IV e V di tutte le province sarde, provenienti da oltre 40 Istituti di Istruzione Secondaria.

Come di consueto, le Giornate dell'orientamento saranno animate dalla presenza degli stand informativi dei dipartimenti dell'Ateneo, che hanno preparato una serie di eventi collaterali: presentazione dei corsi di laurea, simulazioni dei test di accesso ai corsi a numero programmato, testimonianze di studenti già immatricolati, lezioni dimostrative, visite ai laboratori, approfondimenti tematici (per esempio, ce ne sarà uno sulle opportunità degli OGM) e piccole sperimentazioni per testare da vicino le proprie passioni e inclinazioni. Sul sito dell'Università di Sassari è disponibile il calendario delle attività proposte

Quest'anno, parallelamente alle Giornate dell'orientamento, l'Università di Sassari ha organizzato assieme alle scuole la manifestazione "Scienza in piazza-Le cause delle cose", in programma dall'11 al 13 aprile nel polo bionaturalistico di Piandanna, sia la mattina (dalle 8.30) che il pomeriggio dalle 14.30, per venire incontro alle famiglie. Consulta il calendario delle attività.

Conferenza stampa. Le due manifestazioni sono state presentate il 10 aprile a Piandanna nel corso di una conferenza stampa. Oltre al Rettore Massimo Carpinelli, è intervenuta la delegata rettorale all'Orientamento e alla Didattica, Rossella Speranza Filigheddu, il Delegato rettorale per la Formazione Insegnanti e Rapporto con le Scuole, Carlo Pensavalle, il Delegato Delegato del Rettore al “sistema bibliotecario, archivi, museo, rapporti con i media, promozione dell’immagine dell’Ateneo e divulgazione scientifica, Roberto Furesi, il Direttore generale dell'Ateneo Cristiano Nicoletti. Durante la conferenza stampa, il Rettore ha firmato le convenzioni per dar vita con gli istituti scolastici alle Reti di scopo Sassari e Gallura con Francesco Sircana, Dirigente IIS M. Paglietti di Porto Torres, e Luigi Antolini, Dirigente del Liceo Scientifico Mossa di Olbia.

 

Anteprima "Scienza in piazza" al Canopoleno

Anteprima "Scienza in piazza".  Il 10 aprile alle 19.00, nell'aula magna del Liceo Canopoleno (via Luna e Sole 44), andrà in scena lo spettacolo teatrale ‹‹Un mormorio di acqua corrente- Scienza e Natura ne “I Promessi Sposi”››. Poiché di Scienza e di Natura si può parlare anche con la letteratura, il saggio del Laboratorio teatrale del liceo “Canopoleno” può essere considerato una “anteprima” della Manifestazione vera e propria, un “Aspettando Scienza in Piazza”, mentre si parla di Renzo e di Don Ferrante.