Riproduzione documenti

Il materiale posseduto dalle biblioteche dell'Ateneo, tranne quello raro, di pregio o deteriorabile, è riproducibile per esigenze di ricerca e di studio.
Il limite consentito dalla legge è il 15 per cento di ciascun volume o fascicolo di periodico, escluse le pagine di pubblicità.
Puoi riprodurre solamente il materiale posseduto dalla biblioteca. Il limite non si applica alle opere rare o fuori catalogo, che non sono reperibili sul mercato.

In quasi tutte le biblioteche sono stati allestiti servizi di riproduzione.

Per conoscere le modalità e gli orari del servizio consulta le pagine delle biblioteche.