Info corso

DIpartimento di

SCIENZE BIOMEDICHE

Durata corso

3 anni

SASSARI

Tipologia di accesso

Libero

Lingua del corso

Inglese Italiano

In poche parole

Il percorso formativo previsto tratta in dettaglio i principi di funzionamento dei moderni sistemi di elaborazione e trasmissione delle informazioni. In particolare, lo studente impara a svolgere i principali compiti legati alla progettazione e allo sviluppo di applicativi e servizi informatici,  reti e sistemi telematici. Il laureato in Ingegneria Informatica trova facile impiego in gruppi di lavoro che prevedano figure di tipo tecnico e può accedere agli albi professionali specificamente previsti per ingegneri junior. Il titolo offre infine la possibilità di accedere ai Corsi delle lauree magistrali di ambito ingegneristico compatibili per indirizzo o finalità.

Info corso

Classe:
Classe delle lauree in Ingegneria dell'informazione
Crediti:
180
Presidente:
ENRICO GROSSO
Modalità didattica:
Convenzionale
Frequenza:
Fortemente consigliata

Vedi anche

Il piano degli studi

Anno di corso: ATTIVITÁ IN OFFERTA

Requisiti

Titoli obbligatori
  • [TSS] - Titolo di Scuola Superiore

Programma, testi e obiettivi

Status professionale conferito dal titolo.
Ingegnere informatico junior
I principali sbocchi occupazionali previsti fanno riferimento alle seguenti realtà:
- industrie dell'informatica, operanti nello sviluppo hardware e software,
- industrie dell'automazione,
- industrie operanti nel settore delle telecomunicazioni.
- Imprese elettroniche, elettromeccaniche, di progettazione e produzione di componenti e sistemi.
- Industrie del settore agroalimentare, industrie manifatturiere.
- Pubblica amministrazione.
Caratteristiche prova finale.
Per essere ammessi alla prova finale gli studenti devono aver regolarmente frequentato le attività formative e conseguito i crediti previsti dall'ordinamento.
La prova finale consiste nello sviluppo di un progetto tecnico-pratico, sotto la guida di un docente relatore. Tale progetto deve sintetizzare il più possibile le competenze di base e specifiche acquisite nei tre anni di formazione. Il risultato di questa attività (che può includere o meno un dimostratore) deve essere sintetizzato in un elaborato (relazione scritta) atto a spiegare accuratamente le attività svolte e i risultati ottenuti. L’elaborato deve rivelare inoltre un corretto uso delle fonti e della bibliografia, capacità sistematiche e argomentative e chiarezza nell'esposizione. Il progetto viene discusso dinnanzi ad una commissione appositamente nominata. Su richiesta dello studente l’elaborato finale può essere realizzato in lingua inglese.
Conoscenze richieste per l'accesso.
Per essere ammessi al corso di laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto equipollente. Si richiede altresì il possesso, o l'acquisizione, di un'adeguata preparazione iniziale. In particolare si richiedono: la conoscenza della lingua italiana parlata e scritta, la capacità di ragionamento logico, la conoscenza e capacità di utilizzare i principali risultati della matematica elementare e delle scienze sperimentali.
Essendo il corso erogato in lingua italiana e inglese, lo studente dovrà possedere un adeguato livello di conoscenza della lingua inglese. Ove non presente, un livello non inferiore al livello B2 del quadro comune europeo di riferimento per le conoscenze delle lingue dovrà essere comunque acquisito e verificato nel corso del primo anno di studi, per mezzo di iniziative concordate con il Centro Linguistico di Ateneo e/o con enti esterni accreditati; a tale scopo sono riconosciuti allo studente 3 CFU senza voto di profitto.
Il Regolamento Didattico del corso di studio specifica nel dettaglio le modalità di attribuzione di tali CFU. Il Regolamento Didattico prevede, altresì, l’attribuzione di obblighi formativi aggiuntivi, da soddisfare nel primo anno di corso, nel caso in cui la verifica delle conoscenze richieste per l’accesso non sia positiva.
Obiettivi formativi specifici.
Il laureato in Ingegneria Informatica dovrà conoscere adeguatamente gli aspetti metodologici della matematica, della fisica e delle altre scienze di base ed essere in grado di utilizzare tali conoscenze per interpretare e descrivere i problemi dell'ingegneria. L’obiettivo del percorso formativo in oggetto è quello di dare ai laureati solide basi ingegneristiche che gli consentano, fra le altre cose, un facile approdo verso la maggior parte dei corsi di laurea magistrale correlati.
Caratteristica peculiare del percorso in oggetto, sarà l’acquisizione di specifiche competenze finalizzate allo sviluppo di sistemi e applicazioni di interesse in alcuni degli ambiti individuati dalla strategia di specializzazione intelligente della Regione Sardegna, con particolare riferimento all’agroindustria e allo sviluppo di sistemi distribuiti.
Tale specificità consentirà un'efficace collaborazione in team con professionisti di diversa estrazione, contribuendo al posizionamento del laureato secondo canoni di trasversalità e mutualità più volte richiamati dai documenti strategici della regione.

Gli aspetti metodologici ed operativi delle scienze dell'ingegneria costituiranno il cuore del corso di studi; il laureato dovrà in particolare essere in grado di identificare, formulare e risolvere i problemi di natura ingegneristica, e specificamente informatica, utilizzando metodi, tecniche e strumenti aggiornati.
Il laureato dovrà inoltre conoscere le principali problematiche legate alle industrie e aziende di ambito locale e comprenderne la soluzione tramite dispositivi e strumenti avanzati nonché tramite applicazioni atte a sfruttare adeguatamente le potenzialità della rete, le nuove architetture di calcolo e le migliori tecnologie interattive.
Di fondamentale importanza per il percorso di studi risulterà infine la capacità di condurre esperimenti e di analizzarne e interpretarne i dati, nonché comprendere e valutare l'impatto delle soluzioni ingegneristiche nel contesto considerato.

Il percorso formativo previsto tratta in dettaglio i principi di funzionamento dei moderni sistemi di elaborazione e trasmissione delle informazioni. Le attività formative sono raggruppate in quattro macro aree disciplinari di seguito illustrate.
- Materie di base
Attività formative di base nelle discipline matematiche, fisiche ed informatiche, concentrate prevalentemente nel I anno e in piccola parte all’inizio del II anno.
- Materie caratterizzanti
Attività formative caratterizzanti nel campo dell'ingegneria dell'informazione, concentrate prevalentemente nel II e III anno. Tali attività riguardano principalmente le architetture dei calcolatori, il trattamento e la gestione dei dati, i sistemi operativi, i sistemi di telecomunicazione, l’automazione. Esse rappresentano il cuore del percorso di studi nel campo dell’ingegneria dell’informazione, andando a coprire tutte le problematiche dei moderni sistemi di elaborazione, dagli aspetti hardware a quelli software, ivi incluse le sempre più stringenti necessità di connettività e interazione con l’esterno. Queste attività sono inoltre essenziali al raggiungimento dello specifico obiettivo di formare tecnici con adeguate competenze nello sviluppo di sistemi distribuiti e relative applicazioni.
- Materie affini e integrative
Attività affini e integrative, con particolare riferimento alle tecnologie in ambito industriale, chimico e biomedico. Questo gruppo di attività è volto a caratterizzare il percorso di studi proposto verso tematiche rilevanti per il territorio, sviluppando competenze essenziali ad interagire con profitto in diversi ambiti applicativi della medicina e del monitoraggio ambientale.
- Materie a scelta
Trattasi di ulteriori attività a scelta dello studente, finalizzate ad acquisire conoscenze e competenze diversificate e di specifico interesse per lo studente.

L'attività formativa sarà articolata in un numero contenuto di moduli didattici. Ogni modulo didattico prevederà generalmente lezioni in aula, esercitazioni in aula e/o laboratorio, studio o esercitazione individuale che daranno luogo a crediti formativi (previo esami di profitto). Al fine di facilitare la circolazione di studenti internazionali, alcuni insegnamenti del secondo e terzo anno di corso saranno erogati esclusivamente in lingua inglese.

Dal punto di vista metodologico, si porrà particolare attenzione all'approccio interdisciplinare, anche mediante lo svolgimento di esercitazioni congiunte nell'ambito di più moduli. Si proporrà inoltre lo svolgimento di compiti operativi, configurati in termini di lavori individuali e di gruppo (progetti), e con utilizzo di strumenti avanzati.
Si tiene a precisare che le attività di progetto saranno svolte sotto la supervisione costante o periodica del docente. Le capacità acquisite in termini operativi (progettazione, sviluppo, validazione sperimentale) saranno poi applicate durante lo svolgimento delle attività di tesi.
Tanto i progetti quanto le attività di tesi potranno essere svolti in ambito accademico (laboratori) o in azienda, sotto la supervisione congiunta di un tutor aziendale e di un docente di riferimento. Tale modalità risulta essere particolarmente importante per coloro che mirano ad un rapido inserimento nel tessuto produttivo locale.
Descrittori di Dublino: I - Conoscenza e capacità di comprensione
Il laureato acquisirà conoscenze e capacità di comprensione nell’ambito dell’Ingegneria informatica attraverso una preparazione che punterà a una solida formazione scientifica relativamente ai seguenti contenuti:
● analisi matematica, fisica, programmazione procedurale strutturata (linguaggio C) e orientata agli oggetti (C++, Java), strutture dati, analisi di problemi e loro risoluzione algoritmica, architetture di calcolo e sistemi embedded.

Sarà inoltre acquisita una solida formazione di base sulle materie di ambito informatico e ingegneristico quali :
● automatica e teoria dei sistemi, teoria dei segnali, reti di calcolatori, dispositivi elettronici, basi di dati, sistemi operativi, bioingegneria, applicazioni di rete.

Le modalità e gli strumenti didattici con cui i risultati attesi saranno conseguiti includono le lezioni frontali, seminari su tematiche dedicate, lo studio e i lavori individuali e le attività di tutoraggio.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avverrà tramite colloqui periodici tra docenti e studenti (ricevimento), tramite attività di tutoraggio e durante le attività di laboratorio (ove previste). Saranno ovviamente utilizzate verifiche intermedie e prove d'esame scritte e orali.
 II - Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Concordemente con gli obiettivi formativi e con l'organizzazione del percorso didattico, il laureato sarà in grado di applicare le proprie conoscenze e capacità di comprensione e risoluzione di concreti problemi ingegneristici dell'area dell'informazione, in riferimento ai quali dimostrerà di possedere competenze adeguate per proporre e sostenere soluzioni.
Il laureato sarà, inoltre, in grado di applicare i concetti appresi ad esempi concreti, mostrando un approccio critico al lavoro e la capacità di utilizzare il metodo più idoneo a seconda della tipologia di problematica riscontrata.
Il raggiungimento delle competenze sopraelencate avverrà tramite la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale, sollecitata dalle attività in aula, lo studio di casi di ricerca e di applicazione mostrati dai docenti, lo svolgimento di esercitazioni di laboratorio nonché lo svolgimento di progetti, come previsto nell'ambito di alcuni insegnamenti appartenenti ai settori disciplinari caratterizzanti e affini, oltre che in occasione della preparazione della prova finale.
I risultati dei progetti individuali e di gruppo saranno periodicamente verificati sia in corso d'opera sia in sede di valutazione finale. Le verifiche intermedie e finali (esami scritti, orali, relazioni) prevederanno lo svolgimento di specifici compiti in cui lo studente possa dimostrare la padronanza nell’applicazione di strumenti e metodologie, nonché autonomia critica nella soluzione dei problemi proposti.
 III - Autonomia di giudizio
Il laureato sarà in grado di raccogliere, filtrare e interpretare dati nel campo dell'Ingegneria dell'Informazione, e maturare un giudizio autonomo sulla rilevanza tecnico-scientifica di tali dati. Egli sarà in grado di individuare ed interpretare in maniera corretta i termini concreti dei problemi professionali tipici dell’ingegnere informatico junior. Il laureato saprà selezionare, elaborare e valutare le nozioni necessarie alla risoluzione di tali problemi ed avrà la capacità di trarne le debite conclusioni.
L'autonomia di giudizio sarà sviluppata in particolare tramite esercitazioni, seminari organizzati, progetti, preparazione di elaborati e tramite l'attività assegnata dal relatore per la preparazione della prova finale.
Ove possibile le attività progettuali saranno organizzate in gruppi in modo da consentire agli studenti un proficuo e dinamico confronto delle proprie capacità di giudizio con quelle dei colleghi.

La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio avverrà tramite la valutazione della maturità dimostrata in sede d'esame e durante l'attività di preparazione della prova finale.
 IV - Abilità comunicative
Il laureato sarà in grado di comunicare efficacemente dati, informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti.
Per preparare gli studenti a tali risultati, il corso prevederà attività formative in cui sia richiesta la presentazione di elaborati svolti singolarmente o all'interno di progetti di gruppo e pubblicamente presentati con il attraverso comunicazioni orali e dimostrazioni. Le abilità comunicative degli studenti saranno inoltre stimolate in occasione di seminari e nelle prove di accertamento del profitto, basate su elaborati scritti e l’esposizione orale dei medesimi. Infine la prova finale prevederà la predisposizione di un elaborato e di una presentazione sintetica da illustrare pubblicamente in seduta di laurea.
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione.
ITALIANO, INGLESE
 V - Capacità di apprendimento
Il laureato avrà sviluppato le capacità di apprendimento necessarie per intraprendere, con un elevato grado di autonomia, studi di livello superiore, nonché per realizzare un aggiornamento e miglioramento continuo delle proprie competenze.
Al raggiungimento delle sopraelencate capacità contribuiscono le attività formative degli ambiti disciplinari individuati nel presente ordinamento e, in particolare, quelle svolte in parziale autonomia.
Le specifiche metodologie di insegnamento utilizzate comprendono, tra l'altro, l'attività di tutoraggio.
La verifica del raggiungimento delle capacità di apprendimento è oggetto delle diverse prove d'esame previste nel corso.
Competenze associate alla funzione.
Ingegnere informatico junior
Progettazione e sviluppo di software
- sviluppo di strumenti e applicazioni nel campo della medicina, dell’ambiente e del territorio;
- sviluppo di strumenti e applicazioni nel campo delle industrie agroalimentari;
- sviluppo di sistemi autonomi intelligenti con particolare riferimento agli ambiti della robotica agricola e del monitoraggio delle colture;
- sviluppo di dispositivi integrati (embedded) nel campo della componentistica e dell’automazione di processo.
Progettazione e realizzazione di sistemi informativi
- progettazione di architetture hardware e sistemi embedded;
- analisi e la reingegnerizzazione di sistemi informativi aziendali;
- gestione di sistemi informativi;
- automazione di servizi per imprese e pubblica amministrazione;
- automazione di processi per l’industria.
Funzione in contesto di lavoro.
Ingegnere informatico junior
Supporto alla progettazione (es. sviluppo, testing e debugging) e alla realizzazione di strumenti web e servizi informatici. Analisi e progettazione di sistemi di rete. Il laureato junior potrà inserirsi in team di lavoro che prevedano anche figure di team leader tecnico o di settore e/o coordinamento o management. Inoltre, in taluni casi, avrà la possibilità di interfacciarsi direttamente con il cliente acquisendo ulteriori competenze trasversali.
Per raggiungere maggiori livelli di responsabilità il laureato junior dovrà invece svolgere un ulteriore periodo di formazione e/o attività di settore.