Info corso

DIpartimento di

SCIENZE ECONOMICHE E AZIENDALI

Durata corso

3 anni

OLBIA

Tipologia di accesso

Libero

Lingua del corso

Italiano

Il piano degli studi

Anno di corso: ATTIVITÁ IN OFFERTA

Requisiti

Titoli obbligatori
  • [TSS] - Titolo di Scuola Superiore

Programma, testi e obiettivi

Accesso ad ulteriori studi.
Il diploma di laurea da accesso a tutti i corsi di laurea del 2° ciclo 
inclusi i corsi di Master Universitari di 1° livello
Status professionale conferito dal titolo.
Profilo Generico
Il corso prepara alle professioni di:
Specialisti in contabilità 
Specialisti in attività finanziarie 
Specialisti nell'acquisizione di beni e servizi 
Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi (escluso il settore ICT) 
Specialisti nella commercializzazione nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione
Analisti di mercato
Specialisti dei sistemi economici
Specialisti dell'economia aziendale
Caratteristiche prova finale.
La prova finale per il conseguimento del titolo di studio consiste nella dissertazione di un elaborato, redatto sotto la guida di un docente del corso. Il regolamento del corso di studio dettaglia le caratteristiche e stabilisce le modalità per il sostenimento della prova finale e per la determinazione del punteggio finale.
Conoscenze richieste per l'accesso.
Per l'ammissione al Corso di laurea è richiesto il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio equipollente conseguito all'estero, riconosciuto ai sensi della normativa vigente.
In ogni caso, l'ammissione richiede il possesso, all'atto dell'immatricolazione, di conoscenze e competenze adeguate per poter seguire proficuamente il corso di laurea.
Il Regolamento didattico del Corso di studio disciplina le modalità di verifica delle conoscenze richieste, con particolare riferimento alla conoscenza della lingua italiana e alle conoscenze di base della matematica, dell'informatica e della lingua inglese di base, nonché gli obblighi formativi aggiuntivi previsti nel caso in cui la verifica non dia esito positivo.
Titolo di studio rilasciato.
Laurea in ECONOMIA E MANAGEMENT DEL TURISMO
Obiettivi formativi specifici.
Il Corso di laurea in Economia e managenet del turismo intende fornire una conoscenza approfondita del settore turistico, attraverso la comprensione delle dinamiche aziendali, economiche, giuridiche e quantitative che caratterizzano la realtà del mercato, l'organizzazione dei servizi, l'amministrazione delle imprese e degli enti, il management dei sistemi di offerta turistica, la gestione della destinazione, la valorizzazione dei beni e delle risorse, le scelte dei consumatori e l'andamento dei flussi turistici.
Il Corso di laurea, pertanto, si rivolge a giovani interessati ad acquisire elevate competenze professionali e conoscenze approfondite del sistema del turismo, in vista dell'inserimento lavorativo in aziende private o in enti pubblici di primaria importanza; ad essi è offerta la possibilità di acquisire competenze specifiche in materia di turismo e l'opportunità di disporre degli strumenti metodologici indispensabili per inserirsi con successo nel mercato del lavoro.
Per le sue caratteristiche interdisciplinari e per le superiori conoscenze che è in grado di offrire, il Corso di laurea è indirizzato, al pari, agli operatori privati e pubblici del comparto turistico, interessati a disporre di nuovi strumenti per interpretare correttamente le tendenze di sviluppo del comparto turistico e adeguare le proprie competenze alle migliori conoscenze del momento, conferendo nuova competitività manageriale all'impresa privata e garantendo nuove opportunità di crescita al territorio.
In questa prospettiva, il percorso formativo si caratterizza, anzitutto, per offrire una solida preparazione di base nelle principali aree della gestione aziendale, unita ad una adeguata conoscenza delle discipline economiche, di quelle giuridiche, di quelle matematico-statistiche e di almeno una lingua dell'Unione europea diversa dall'italiano.
Sui fondamentali si innesta poi un bagaglio conoscitivo incentrato sullo studio, in una prospettiva sia aziendale che economica, delle varie attività turistiche che presentino carattere organizzativo, di intermediazione o di prestazione di servizi, nonché dell'azione degli enti e degli organismi che si occupano di programmazione ed organizzazione dei mercati e dei sistemi turistici.
Un'attenzione non marginale è dedicata a quei profili dell'ambiente che presentino connessione con il fenomeno del turismo, con particolare riferimento a quelle forme di turismo nelle quali la sostenibilità delle azioni socioeconomiche e le risorse naturali giocano un ruolo primario.
Il processo formativo può essere completato da uno stage curricolare da svolgersi presso operatori del settore, imprese private o enti pubblici, in grado di consentire la concreta applicazione degli strumenti metodologici e delle conoscenze acquisite durante il Corso di laurea.
Descrittori di Dublino: I - Conoscenza e capacità di comprensione
Area Generica
Il Corso di laurea consente agli allievi di acquisire:
– specifiche capacità di comprensione delle dinamiche aziendali, economiche, giuridiche e quantitative che caratterizzano il settore turistico, con particolare riferimento all'andamento dei mercati, all'amministrazione delle imprese, all'assetto normativo e istituzionale, all'organizzazione dei sistemi territoriali
– conoscenze, competenze e attitudini, aggiornate alle migliori conoscenze del momento storico, adeguate a consentire di intervenire nella programmazione gestionale ed economico-finanziaria delle imprese turistiche e nella definizione delle politiche pubbliche del comparto turistico e dei settori collegati;
– una conoscenza approfondita e un'adeguata padronanza degli strumenti, dei sistemi e dei processi propri dell'impresa turistica, dell'amministrazione pubblica e degli altri enti e organismi operanti nel turismo, in una prospettiva fortemente orientata al miglioramento dell'efficienza e dell'efficacia delle azioni private e pubbliche;
– la capacità di comprendere i problemi del settore turistico e le relative dinamiche di sviluppo, la capacità di interpretare le esigenze dei consumatori ed i comportamenti dei turisti, unitamente alla capacità di contribuire alla pianificazione delle politiche pubbliche, indispensabili per favorire il miglioramento dei sistemi di offerta, la valorizzazione delle destinazioni ed affrontare le sfide legate alla sostenibilità ambientale;
– le conoscenze e le competenze specifiche relative ai sistemi informativi, alla distribuzione elettronica e al revenue management, all'impiego delle nuove tecnologie, agli strumenti contrattuali, al marketing e agli strumenti finanziari indispensabili per cogliere le molteplici opportunità offerte dal settore turistico;
– la capacità di verificare il proprio livello di preparazione tecnica e di valutare il grado di autonomia raggiunta nell'apprendimento delle materie di insegnamento e nella capacità di comprensione del sistema, delle dinamiche e dei fenomeni turistici.
Le conoscenze specialistiche e le capacità di comprensione sono sviluppate attraverso un ventaglio di proposte formative che possono comprendere, tra l'altro, lezioni frontali, esercitazioni pratiche, seminari, gruppi di studio, elaborazione di progetti, impiego di banche dati, utilizzazione di programmi specialistici, uso di strumenti di simulazione, testimonianze e visite di istruzione, costantemente affiancate da un servizio di tutorato, dirette a favorire l'applicazione concreta delle competenze acquisite.
La verifica delle conoscenze e della capacità di comprensione è affidata a colloqui orali, esercitazioni scritte e altre modalità di valutazione (test di verifica, partecipazione a gruppi di studio, discussione di casi, ricerche individuali e di gruppo), oltre che alla discussione dell'argomento che forma oggetto della prova finale, eventualmente supportato da un elaborato scritto, da un project work sviluppato in azienda o dal risultato dell'attività svolta durante lo stage o il tirocinio.
 II - Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Area Generica
A conclusione del percorso formativo i laureati saranno in grado di applicare gli strumenti analitici, metodologici e interpretativi del quadro economico, del mercato turistico e delle aziende del settore turistico, nell'ambito di specifiche realtà operative e in settori organizzativi determinati, impiegando le competenze aziendali, economiche, giuridiche e quantitative maturate durante il corso di studio.
In particolare, gli allievi saranno in condizione di spendere le competenze manageriali acquisite, tra l'altro, nei campi della gestione delle imprese turistiche e della direzione dei sistemi turistici, dell'organizzazione dei servizi e della creazione dei prodotti turistici, del governo delle destinazioni turistiche e dell'amministrazione degli enti turistici, della valorizzazione dei beni e delle risorse, della gestione dei sistemi informativi, del marketing e della distribuzione elettronica, della programmazione dei flussi turistici e dell'analisi dei dati.
La conoscenza verificata di almeno una lingua dell'Unione europea diversa dall'italiano, con preferenza per la lingua inglese, consentirà di acquisire la capacità di operare con gli strumenti applicativi e di utilizzare i modelli gestionali maggiormente diffusi a livello internazionale, sperimentandone l'impiego anche attraverso appositi programmi di simulazione, oltre che mediante l'uso concreto presso le imprese, le organizzazioni e gli enti convenzionati con il Corso di laurea.
A tale scopo, sono previste specifiche metodologie didattiche e vengono effettuate numerose ore di esercitazione sotto la guida del docente ufficiale del singolo insegnamento, con il costante sostegno dei tutor didattici e con l'eventuale affiancamento di professionisti qualificati e dei migliori esperti del settore.
L'eventuale tirocinio curriculare, le esercitazioni di gruppo, il monitoraggio continuo delle capacità acquisite, le attività di problem solving, la simulazione di modelli gestionali, tra gli altri, rappresentano altrettante modalità con cui gli allievi sono posti in grado di acquisire competenze applicative e di verificare la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.
 III - Autonomia di giudizio
Il Corso di laurea mette i laureati in condizione di:
– sviluppare capacità critiche nell'interpretazione dei fenomeni economici, nella valutazione dell'andamento dei mercati turistici, nell'organizzazione delle aziende del settore, nella comprensione delle realtà istituzionali che operano nel turismo;
– raccogliere e organizzare/gestire, selezionare ed interpretare dati specifici, di natura qualitativa e di carattere quantitativo, finalizzati alla valutazione delle aziende turistiche e all'organizzazione dei sistemi turistici;
– organizzare autonomamente una riflessione articolata su specifiche realtà aziendali o su determinati contesti turistici, individuando le criticità presenti e proponendo soluzioni praticabili per lo sviluppo della destinazione turistica, il miglioramento dell'organizzazione aziendale, l'orientamento della domanda di servizi presente sul mercato e lo sviluppo dell'offerta turistica omogenea o integrata;
– pianificare le scelte, prestare la propria collaborazione o assumere una posizione di leadership nell'ambito di gruppi di lavoro orientati allo sviluppo dell'offerta turistica, alla creazione di prodotti turistici, alla gestione di servizi, imprese turistiche e infrastrutture pubbliche e private;
– prendere decisioni e risolvere problemi, in presenza di variabili non omogenee e di un patrimonio informativo non completo, assumendo atteggiamenti e comportamenti adeguati all'ambiente di lavoro e conformi alla figura professionale di riferimento;
– verificare il livello di preparazione tecnica e il grado di autonomia raggiunta.
Gli allievi acquisiscono piena autonomia di giudizio durante il corso di studi attraverso i metodi di apprendimento critico sviluppati nell'ambito delle attività formative tradizionali e mediante le esperienze di diversa natura vissute nel corso delle attività didattiche diverse dalle lezioni frontali che concorrono a completare il processo di acquisizione della metodologia e degli strumenti necessari per inserirsi con successo nel mercato del lavoro.
Gli studenti sono incoraggiati ad acquisire e migliorare costantemente le capacità critiche e l'autonomia di giudizio anche in occasione di gruppi di studio, esercitazioni pratiche, elaborazione di progetti, impiego di banche dati, programmi specialistici e strumenti di simulazione.
 IV - Abilità comunicative
Il processo formativo consente ai laureati, tra l'altro, di maturare:
– la capacità di inserimento in gruppi di lavoro, con un significativo grado di autonomia e responsabilità, sviluppando capacità relazionali tali da favorire il massimo coinvolgimento di tutti gli attori coinvolti nella gestione dell'impresa, dell'ente o dell'organizzazione turistica;
– la capacità di rivolgersi con efficacia all'esterno dell'impresa, dell'ente o dell'organizzazione per comunicare informazioni e valutazioni rilevanti sulla realtà aziendale, sui sistemi turistici e i relativi contesti economici, facendo uso del relativo linguaggio tecnico, degli strumenti di analisi e delle metodologie di gestione dei servizi turistici;
– la capacità di avvalersi dei sistemi informatici, degli strumenti elettronici e dei mezzi di comunicazione indispensabili per rapportarsi con successo al mercato turistico, alle imprese del comparto e ai consumatori, alla realtà istituzionale e alle organizzazioni operanti nel settore, oltre che al mondo del lavoro;
– la capacità di esprimersi efficacemente in forma scritta e orale, con un linguaggio tecnico appropriato, non soltanto in lingua italiana, ma anche in almeno un'altra lingua dell'Unione europea, con preferenza per la lingua inglese;
– la capacità di comunicare con altri soggetti, persone fisiche e giuridiche, private e pubbliche, per lo svolgimento della propria attività professionale ed il raggiungimento degli obiettivi assegnati nell'ambito delle realtà organizzative in cui si collocano e in cui sono chiamati a svolgere le mansioni affidate o a rendere le prestazioni lavorative.
Le abilità comunicative sono sviluppate e verificate nel corso degli insegnamenti ordinari, alcuni dei quali si tengono in tutto o in parte in lingua inglese, oltre che nel contesto di attività formative specifiche (lingua straniera, project work, gruppi di studio, esercitazioni, ad esempio) e nell'ambito dello sviluppo di alcune applicazioni pratiche delle conoscenze teoriche acquisite (stage e tirocinio, sperimentazione di modelli gestionali, simulazione di sistemi elettronici di distribuzione, per ricordarne alcune).
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione.
ITALIANO
 V - Capacità di apprendimento
Gli allievi del Corso di laurea sviluppano le capacità di apprendimento durante il corso di studio secondo le diverse esperienze didattiche che sono chiamati a vivere durante il percorso curricolare, nel quale si tiene opportunamente conto delle esigenze interdisciplinari che la formazione in ambito turistico necessariamente richiede.
Le capacità di apprendimento sono orientate anche ad acquisire strumenti di cognizione e metodologie di studio che mettano i laureati in grado di proseguire gli studi a un livello successivo in ambito turistico (attraverso il conseguimento di uno dei titoli di master universitario che sono proposti presso la stessa sede per finalizzare la preparazione professionale degli allievi), oppure in ambito aziendale o economico (mediante l'accesso ad un corso di laurea magistrale volto ad approfondire le competenze maturate in un ambito specifico o ad acquisire la padronanza di nuovi strumenti e metodi professionali).
La capacità di apprendimento è favorita anche dalle modalità di svolgimento concreto delle attività didattiche che, accanto alle lezioni frontali, prevedono forme diverse di apprendimento assistito, svolte attraverso esercitazioni pratiche, seminari, gruppi di studio, project work, impiego di banche dati, utilizzazione di programmi specialistici, uso di strumenti di simulazione, testimonianze aziendali, visite di istruzione.
Il supporto offerto dai docenti del Corso di laurea e dai tutor individuati dal Dipartimento consente di finalizzare al meglio le attività didattiche e lo studio individuale dello studente, tramite iniziative di aiuto allo studio, di acquisizione del metodo, di miglioramento del linguaggio, di programmazione della carriera e di organizzazione del lavoro.
La valutazione della capacità di apprendimento è condotta attraverso una serie di verifiche periodiche individuali e di gruppo, mediante gli esami tradizionali in forma scritta e/o orale, con l'ausilio di altre forme di monitoraggio continuo, compiute dagli allievi stessi in forma di autovalutazione oltre che dai tutor in occasione di colloqui individuali e di specifiche indagini sull'apprendimento.
Il Corso di laurea si propone anche di promuovere nei laureati la capacità di procedere in modo autonomo all'aggiornamento delle proprie conoscenze e allo sviluppo delle esperienze, con particolare riferimento alle problematiche di apprendimento che possono emergere nel corso dell'attività lavorativa e professionale.
Competenze associate alla funzione.
Profilo Generico
esperto nella promozione del settore turistico
gestore dei sistemi turistici
esperto di marketing turistico e destination manager
esperto nell'analisi dei flussi turistici
addetto alla logistica
esperto in promozione turistica
esperto in controllo di gestione
Funzione in contesto di lavoro.
Profilo Generico
Il Corso di laurea intende formare figure professionali in grado di rispondere efficacemente alle esigenze del mercato del lavoro e di inserirsi con successo nelle aziende private, negli enti pubblici e nelle altre organizzazioni pubbliche e private che operano nel settore del turismo.
Il percorso didattico fornisce altresì agli allievi gli strumenti, i metodi e le competenze indispensabili per dare vita alla creazione di nuove attività imprenditoriali nel comparto del turismo o per proseguire gli studi economici e aziendali in vista dell'accesso al mondo delle professioni.
Il Corso di laurea mira a costruire una base culturale solida e multidisciplinare adatta alla formazione di laureati in grado di coprire in istituzioni private e pubbliche una varietà di ruoli e di funzioni di studio, analisi, direzione e consulenza nel settore turistico oppure, in alternativa, di proseguire gli studi nell’ambito di corsi di master di primo livello o di lauree specialistiche e master di secondo livello collocabili in più classi.
In particolare, il Corso di laurea consente ai laureati di maturare esperienze formative e di acquisire capacità spendibili nei diversi ambiti in cui operano le imprese turistiche e i professionisti del settore, con particolare riferimento alle attività di organizzazione e di intermediazione di viaggi (agenzie di viaggio, tour operator, società di comunicazione, imprese operanti nella distribuzione elettronica e nel web marketing, ad esempio) e alla prestazione di singoli servizi turistici (strutture ricettive, imprese di trasporto, società crocieristiche, aziende di ristorazione e catering, società di charter e cantieri del diporto nautico, imprese balneari; ma anche professionisti, guide e accompagnatori, organizzatori di congressi, fiere ed eventi; per ricordare alcune figure).
Nel contempo, le competenze acquisite durante il percorso degli studi permetteranno ai laureati di svolgere attività di consulenza o di ricoprire ruoli di responsabilità negli enti pubblici (comuni, province e regioni, ma anche parchi naturali e aree marine protette, Camere di Commercio, e altri soggetti pubblici) e negli altri organismi pubblici e privati (sistemi turistici locali, associazioni di categoria, consorzi turistici, organizzazioni non lucrative, ad esempio), che si occupano di organizzazione, programmazione, promozione e sviluppo del mercato turistico.
In questa prospettiva, il Corso di laurea è finalizzato soprattutto a fornire agli allievi un ampio ventaglio di competenze trasversali – cioè spendibili in diversi contesti organizzativi privati e pubblici – relative tra l'altro all’organizzazione aziendale e alle risorse umane, alla strategia d’impresa e alla gestione dei sistemi turistici, al marketing del turismo e al destination management, alla distribuzione elettronica e al revenue managment, alla gestione delle imprese familiari e al controllo di gestione.
Il Corso di laurea offre anche una serie di servizi, non secondari, diretti ad agevolare il collocamento dei giovani laureati nel mondo delle imprese, della pubblica amministrazione e delle professioni, mentre sviluppa azioni concrete e organizza progetti per favorire il processo di start-up di nuove imprese e le iniziative di creazione di nuove aziende da parte dei giovani laureati.
Non ultimo, i laureati in Economia e management del turismo beneficiano di un percorso agevolato per l’accesso alle professioni di direttore tecnico di agenzia di viaggi e turismo e di guida turistica, secondo la nuova disciplina dell'iscrizione ai relativi albi regionali stabilita dalla legge Regione Sardegna 18 dicembre 2006, n. 20.