Notte europea dei ricercatori

Notte dei Ricercatori 2019

Be a citizEn Scientist – A Sassari il 26 e 27 settembre 2019.

La Notte Europea dei Ricercatori è dei bambini
"Sono sicuro che tra voi siede un premio Nobel del futuro". Così il Rettore dell'Università di Sassari Massimo Carpinelli ha salutato i 700, tra bambini e bambine, che hanno affollato il cortile dell'Ateneo in occasione della Notte europea dei ricercatori 2019. "L'appuntamento che celebriamo qui oggi non è solo nostro, è un appello all'importanza mondiale della Ricerca. E voi con la vostra curiosità, ancora non oscurata da pregiudizi, sarete il motore della ricerca".

"E' nostro compito osservare e migliorare l'università e la città - ha detto il Sindaco di Sassari Gian Vittorio Campus - Voi dovete diventare più veloci e bravi di noi. Oggi centinaia di giovani stanno sfilando per dirci che dobbiamo pensare al loro futuro. Solo attraverso l'impegno e lo studio ci riusciremo".

Sono intervenuti anche il Delegato rettorale per la Terza Missione e Public Engagement, Pier Andrea Serra, e il Vicedirettore del Conservatorio “Luigi Canepa” di Sassari, Stefano Melis.

La Notte Europea dei Ricercatori è un'iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005* e coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei.
L'obiettivo è quello di creare occasioni d’incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante.

Quest’anno il tema lanciato da Frascati Scienza, che coordina l’edizione 2019, è Be a citizEn Scientist – BEES che prende spunto dalle api e dalla loro organizzazione: negli alveari; come in tutte le società complesse, il contributo di ogni componente è fondamentale per il benessere della collettività.

L’Università di Sassari, nell’ambito del suo impegno per il “public engagement” (coinvolgimento attivo della cittadinanza), partecipa il 26 e 27 settembre con laboratori interattivi dedicati a famiglie e curiosi di tutte le età e con una maratona di divulgazione e attualità scientifica, nel palazzo storico di Piazza Università, ma anche con alcuni incontri pubblici in luoghi piacevoli e informali (bar, caffetterie, e altri locali del centro città) in cui, attorno alle tematiche individuate come Sustainable Developments Goals, i cittadini sono stimolati a chiacchierare e diventare parte attiva nello sviluppo della discussione. 

*La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto finanziato dalla Commissione Europea sotto l’egida di Marie Sklodowska-Curie Actions (GA N° 818728).

Augurio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Notte Europea dei Ricercatori si è affermata nel tempo come un appuntamento di particolare rilievo nella promozione e nella divulgazione della cultura scientifica.

L’iniziativa, grazie ad un programma che coinvolge studiosi, enti e atenei, in ambito europeo, offre, di anno in anno, un prezioso contributo nel percorso di rafforzamento del rapporto tra scienza e comunità civile, rendendo partecipi i cittadini sullo stato di avanzamento della ricerca e sui risultati conseguiti.

Il principio ispiratore della manifestazione, oltre ad aprire il mondo affascinante e complesso della scienza e dei suoi protagonisti alla collettività, favorisce la realizzazione di un modello virtuoso di condivisione delle esperienze, soprattutto nei confronti dei giovani, e di stimolo allo sviluppo delle conoscenze, essenziali per il progresso e la prosperità dell’intera società.

Con la convinzione che dalla Notte Europea dei Ricercatori potranno scaturire ulteriori, proficui apporti nel cammino intrapreso, desidero rinnovare apprezzamento agli organizzatori unito ai migliori auguri per il pieno successo dell’evento.

Sergio Mattarella

Gli eventi organizzati dall'Università di Sassari

Quest’anno La Notte Europera dei Ricercatori si svolgerà in parte dentro il palazzo dell’Università e in parte nel centro cittadino.

  • La Scienza è di tutti. Cambiamo il mondo – vari locali pubblici del centro cittadino a Sassari
    Dalle ore 16:00 di giovedì 26 settembre 2019 alle ore 21:00 di venerdì 27 settembre 2019
    PROGRAMMA COMPLETO
    Incontri pubblici - Aperitivi scientifici/Caffè scienza – in luoghi piacevoli e informali (bar/caffetterie, vinerie/birrerie e altri locali del centro città che aderiscono al progetto) in compagnia di due o più esperti e di un facilitatore, i cittadini saranno stimolati a chiacchierare, a porsi e a porre domande sull’argomento, davanti ad un caffè o un aperitivo, con lo scopo di superare l’approccio unidirezionale nella comunicazione scientifica.
  • La Scienza è di tutti. ScienzArena – Palazzo centrale dell’Università, piazza Università 21, Sassari
    Venerdì 27 settembre 2019
    Dalle ore 9:00 alle ore 13:30
    Dalle ore 16:00 alle ore 22:00
    PROGRAMMA COMPLETO
    Nell’atrio del Palazzo centrale dell’Università sarà allestita l’arena – ScienzArena – che ospiterà una serie di brevi contributi (talk) divulgativi e di comunicazione della scienza intervallati da brevi dibattiti.
    Il calendario degli interventi sarà organizzato in modo da toccare in forma interdisciplinare alcuni dei temi dei Global Sustainable Goals, declinati su diversa scala e con un’attenzione particolare al territorio.
  • La Scienza è di tutti. Università aperta – Palazzo centrale dell’Università, piazza Università 21, Sassari
    Venerdì 27 settembre 2019
    Dalle ore 9:00 alle ore 13:00
    Dalle ore 16:00 alle ore 21:00
    PROGRAMMA COMPLETO
    L’evento proporrà delle dimostrazioni delle principali attività con il coinvolgimento dei propri studenti.
    In particolare verranno proposti exhibits scientifici, ludici e interattivi, animati, oltre che da ricercatori, personale e studenti universitari, dagli studenti delle scuole superiori partner dell’iniziativa “Scienza in Piazza” affiancati dai loro colleghi universitari, dai ricercatori di riferimento e dagli esperti delle moderne tecniche di comunicazione scientifica.
    Agli exhibits  animati dagli studenti delle scuole saranno affiancate attività di laboratorio con il diretto coinvolgimento diretto del pubblico organizzate da gruppi di ricerca dell’Ateneo e dal Museo Scientifico dell’Università di Sassari.
    Solo la mattina dalle 9:00 alle 13:00, nel cortile dell’ex Estanco in piazza Università, l’Ospedale didattico veterinario dell’Università di Sassari organizzerà un pet corner intitolato Sono un po’ cicciottello?: angolo informativo con nutrition desk dedicato al benessere e all’alimentazione dei cani.
    I proprietari dei quattro zampe che fossero interessati, potranno prenotare un appuntamento inviando un’e-mail all’indirizzo mgcappai@uniss.it. Saranno accettate le prime 25 prenotazioni per l’attività Sono un po’ cicciottello.

Il 27 settempre dalle ore 19:30, nel cortile interno del Palazzo storico dell’Università, accompagnamento musicale delle studentesse del Conservatorio di Musica “L.Canepa".

Nelle giornate del 26 e 27 settembre gli esercenti del consorzio Centro Riunito Sassari allestiranno delle vetrine a tema ispirate alla Notte Europea dei Ricercatori.

 

Altri eventi correlati

Nella rete dello spaziotempo
Installazione interattiva

Sala Espositiva piano terra Lo Quarter – Alghero
dal 28 agosto al 29 settembre
Ingresso gratuito
Orari: 9.30/14.00 > lunedì-giovedì-venerdì-sabato | 9.30/19.00 > martedì-mercoledì

A cura del DADU –Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica dell’Università degli Studi di Sassari

La mostra mira ad aprire un dialogo tra chi quotidianamente vive gli spazi della ricerca con chi si occupa del progetto degli stessi spazi ed è strutturata con sistemi multimediali ed immersivi per coinvolgere, in maniera spontanea, il più grande numero di visitatori di ogni età.
L’installazione, realizzata dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, s’intitola Curva lo spazio-tempo ed è una video-installazione in cui la presenza e i movimenti delle persone, incurvano e alterano la forma virtuale delle pareti di una stanza.
E’ una metafora visiva che rappresenta la deformazione dello spazio e del tempo prodotto dai corpi di grande massa nel Cosmo. Come se i corpi del pubblico potessero avere l’effetto che stelle, supernovae e buchi neri hanno nel Cosmo, incurvando la trama dello SpazioTempo.

Concept e regia scientifica: Vincenzo Napolano, Francesca Scianitti
Realizzazione: M. Barsottini e A. Capozzo
https://www.youtube.com/watch?v=UYbPqX47Swg&list=PLbsqUzxZlcP5VkHBc52VdVzp29KrlliF7&index=3

L’installazione è già stata oggetto di importanti mostre internazionali, tra cui una recente al MAXII di Roma.

Seminari e osservazioni astronomiche
Lula (Nuoro)
Sabato 5 ottobre 2019
Programma in aggiornamento*

Le onde gravitazionali alle elementari
Ore 11.00, palestra comunale di Lula
Seminario divulgativo sulle onde gravitazionali e sui progetti in corso di realizzazione sul territorio di Lula, ET Einstein Telescope e laboratorio di fisica SAR GRAV, a cura del dott. D. D’Urso, dott.ssa V. Sipala, dott.ssa I. Tosta e Melo, dott. S. Cuccuru, Prof. G. Oggiano dell’Università degli Studi di Sassari dell’INFN, del Prof. E. Calloni  dell’Università di Napoli “Federico II”  e dell’INFN.

L’Universo visto da Lula
Ore 18.00, palestra comunale di Lula
Il futuro delle onde gravitazionali a Sos Enattos, a cura del dott. D. D’Urso, dott.ssa V. Sipala, dott.ssa I. Tosta e Melo, dott. S. Cuccuru, Prof. G. Oggiano dell’Università di Sassari dell’INFN, del Prof. E. Calloni  dell’Università di Napoli “Federico II”  e dell’INFN.

Il cielo sopra le cortes 
Dalle ore 23.00, centro plurimo di Lula in via Repubblica
Osservazione astronomica a cura di G.N. Cabizza e Associazione Astronomica Turritana.

*Le iniziative sono inserite nel programma La Notte dei Ricercatori 2019 e tra gli appuntamenti all’interno della manifestazione Atonzu Luvulesu, tappa di Autunno in Barbagia a Lula dal 4 al 6 ottobre 2019.

Notte dei ricercatori 2019