Tasse e ISEE (a.a. 2018/2019)

L'IMPORTANZA DELL'ISEE

Per il calcolo della tassa di iscrizione si terrà conto, fin dalla prima rata, della condizione economica e patrimoniale del nucleo familiare di appartenenza individuata sulla base dell’ISEE.
 
E' quindi necessario che lo studente richieda ad un soggetto autorizzato (CAF, INPS, Dottore commercialista o altri) l’attestazione della situazione economica equivalente (ISEE) del proprio nucleo familiare e, all’atto della compilazione on line della domanda di immatricolazione/iscrizione, autorizzare l’Ateneo affinché questi possa acquisire automaticamente i dati relativi alla Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) dal sistema informativo ISEE gestito dall’INPS.
 
I tempi di rilascio dell'attestazione ISEE sono di circa 10/15 giorni (da CAF a INPS; da INPS a Università): è fortemente consigliato procedere all'immatricolazione/iscrizione trascorsi 10/15 giorni dalla richiesta dell'attestazione ISEE; in tal modo, durante la domanda di immatricolazione/iscrizione, l'Università potrà recuperare in tempo reale il valore ISEE dal database dell'INPS e calcolare già dalla prima rata la tassa in linea con il proprio reddito.
 
In caso di mancata compilazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), o in caso di mancata autorizzazione al recupero di tali dati, lo studente viene collocato automaticamente nella fascia di reddito massima e verrà attribuito il massimo importo del contributo unico di iscrizione.
 
E' fondamentale prendere contatto fin da ora con i soggetti autorizzati al rilascio dell'ISEE, anche per evitare lunghi tempi di attesa per il rilascio delle attestazioni, che, ricordiamo, sono necessarie già all'atto del rinnovo iscrizione o prima domanda di immatricolazione per il calcolo della prima rata.
 

PRINCIPI GENERALI SULLE TASSE

L’iscrizione a ciascun corso dell’Ateneo è subordinata al versamento delle tasse universitarie come di
seguito specificate.
Le tasse universitarie sono legate al reddito e vengono quantificate in funzione del valore ISEE della famiglia dello studente.
Il pagamento della prima rata perfeziona l'immatricolazione o l'iscrizione ed è necessario per poter compiere qualsiasi atto di carriera.
Gli studenti che non risultino in regola con il pagamento delle tasse relative a tutti gli anni di iscrizione non potranno proseguire la carriera e, conseguentemente, non saranno abilitati a:
  • sostenere gli esami di profitto
  • sostenere l'esame di laurea
  • ottenere il trasferimento presso altro Ateneo
  • effettuare il passaggio ad altro corso di laurea
  • ottenere certificazioni
  • presentare domanda per attività di collaborazione studentesca
  • presentare domanda di partecipazione a progetti di mobilità internazionale
  • presentare domanda per l'assegnazione di borse o premialità
  • presentare altre istanze comunque legate alla posizione di studente
  • esercitare la rappresentanza negli organi collegiali.

Gli esami eventualmente sostenuti senza aver regolarizzato la posizione amministrativa non possono venire inseriti in carriera. Lo studente che intende ottenere il rimborso di tasse e contributi indebitamente versati, deve inoltrare regolare domanda entro l’anno accademico di riferimento presso la Segreteria Studenti.

Lo studente che intende ottenere il rimborso di tasse e contributi indebitamente versati, deve inoltrare
regolare domanda (link al modulo) secondo i seguenti termini:
  • per tasse riferite al 2017/18 entro il 30/06/2019
  • per tasse riferite al 2018/19 entro il 30/06/2020
  • per tasse di anni precedenti non sarà possibile richiedere il rimborso.

TIPOLOGIA DI TASSE E CONTRIBUTI

L’iscrizione a ciascun corso di studi* (laurea, laurea magistrale e laurea magistrale a ciclo unico) è subordinata al versamento del contributo unico di iscrizione (contributo onnicomprensivo annuale), del bollo assolto in maniera virtuale e della tassa regionale.

L’intero importo della tassa di iscrizione è ripartito in tre rate:

1.    PRIMA RATA: di importo variabile fino a € 310,00 da versare entro il 25 ottobre 2018, unitamente a 16,00 € di bollo virtuale;

2.    SECONDA RATA: da versare entro il 28 febbraio 2019, unitamente alla tassa regionale ERSU (se dovuta), secondo le seguenti modalità:

  • con un unico versamento se l’importo residuo della tassa annuale è inferiore a € 50,00;
  • con un versamento pari al 50% dell’importo residuo della tassa annuale se superiore a € 50,00;

3.    TERZA RATA (eventuale saldo): da versare entro il 18 aprile 2018

Le tasse si differenziano in base allo status di studente in corso/fuori corso/ripetente, all’impegno
didattico per il quale si è optato (tempo pieno/tempo parziale) e al numero di anni di iscrizione della
carriera in Ateneo (L. 11 dicembre 2016, n. 232).
Il ritardato versamento delle tasse universitarie comporta l'applicazione automatica di una tassa di
mora. Per l’importo della tassa di mora si rinvia a quanto indicato nel quadro riepilogativo scadenze e tasse.

Per i corsi a numero programmato valgono i termini riportati nei relativi bandi.

ESONERI TOTALI E PARZIALI

NO TAX AREA (Esonero totale)
Ai sensi della legge 11 dicembre 2016, n.232, sono esonerati dal pagamento del contributo unico di iscrizione:
  • gli studenti iscritti al primo anno di corso appartenenti a un nucleo familiare il cui indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), è pari o inferiore a 13.000 euro;
  • gli studenti iscritti ad anni successivi al primo che soddisfano contemporaneamente i seguenti criteri di reddito e di merito:
1. appartenenza a un nucleo familiare il cui Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), è inferiore o eguale a 13.000 euro;
2. iscrizione all’università di Sassari da un numero di anni accademici inferiore o uguale alla durata normale del corso di studio, aumentata di uno;
3. requisiti di merito iscritti al secondo anno: aver conseguito nel corso del primo anno di iscrizione e entro la data del 10 agosto 2018 almeno 10 CFU;
4. requisiti di merito iscritti ad anni successivi al secondo anno: aver conseguito nel corso dell’anno di iscrizione precedente e dal 10 agosto 2017 al 10 agosto 2018 almeno 25 CFU.
Gli studenti sono comunque tenuti al pagamento dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale e della
tassa regionale ERSU.
Per il calcolo dei criteri di merito, verranno considerati unicamente i CFU direttamente sostenuti dallo studente o riconosciuti per attività svolte nell’ambito di mobilità internazionale. Non verranno considerati i CFU acquisiti per riconoscimento o convalida da altre carriere precedenti.
 
BORSA DI STUDIO ERSU
Lo studente beneficiario e lo studente idoneo non beneficiario della borsa di studio regionale o del prestito d’onore (ERSU), è esonerato dal pagamento del contributo unico di iscrizione dovuto con riferimento all’A.A. 2018/2019. L’Ateneo provvederà ad attribuire l’esonero allo studente in maniera tempestiva, non appena l’ERSU renderà disponibili le graduatorie di merito provvisorie. Lo studente avrà diritto al rimborso del contributo unico di iscrizione eventualmente versato in riferimento all’A.A. 2017/2018. In caso di revoca dello status di beneficiario o idoneo non beneficiario della borsa di studio regionale, lo studente sarà tenuto a corrispondere il contributo unico di iscrizione altrimenti dovuto e in questo caso la scadenza per il pagamento delle rate, per non incorrere nelle sanzioni di mora, verrà opportunamente differita.
 
STUDENTE CON REQUISITI DI ELEGGIBILITÀ PER LA BORSA DI STUDIO ERSU
Lo studente che presenta i requisiti di eleggibilità, pur non avendo presentato domanda per il conseguimento della borsa di studio ERSU (BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO E SERVIZI ABITATIVI A.A. 2018/2019 pubblicato da ERSU Sassari il 16/07/2018), è esonerato dal pagamento del contributo unico di iscrizione dovuto con riferimento all’A.A. 2018/2019.
 
DISABILITÀ
Lo studente disabile ai sensi dell’art.3 comma 1 della L.104/92 o con invalidità riconosciuta pari o superiore al 66% è esonerato totalmente dal pagamento del contributo unico di iscrizione ed è tenuto al solo versamento dell’imposta di bollo virtuale.
Lo studente disabile con invalidità riconosciuta pari o superiore al 33% e inferiore al 66% è esonerato dal pagamento dell’eventuale terza rata del contributo unico di iscrizione.
 
STUDENTE ORFANO
Lo studente iscritto entro il secondo anno fuori corso, che diventi orfano del genitore unica fonte di reddito durante l’A.A. 2018/2019, ha diritto all’esonero dal pagamento del contributo unico di iscrizione eventualmente dovuto e non versato ed è comunque tenuto al pagamento della tassa regionale ERSU e dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale.
 
STUDENTE IN REGIME DI DETENZIONE
Laddove non intervenga una situazione più favorevole determinata dall’applicazione della legge 11 dicembre 2016, n.232, lo studente in regime di detenzione è tenuto al pagamento del contributo unico di iscrizione di € 310,00, comprensivo dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale, da corrispondersi in un’unica soluzione entro il termine della prima rata. La tassa regionale ERSU, che è comunque dovuta, dovrà essere versata entro il 28 febbraio 2018. Lo studente in regime di detenzione è altresì esonerato dal pagamento di altre tasse e contributi. L’Ateneo esonera totalmente dal pagamento del contributo unico di iscrizione lo studente ammesso al patrocinio a spese dello Stato. In tal caso lo studente è tenuto al solo versamento dell’imposta di bollo virtuale.
 
STUDENTI STRANIERI BENEFICIARI DI BORSA DEL GOVERNO ITALIANO
Gli studenti stranieri beneficiari di borsa di studio annuale del Governo Italiano nell’ambito dei programmi di cooperazione allo sviluppo e degli accordi intergovernativi culturali e scientifici e dei relativi programmi esecutivi sono esonerati totalmente dal pagamento del contributo unico di iscrizione. Negli anni successivi al primo, l’esonero è condizionato al rinnovo della borsa di studio da parte del Ministero degli Affari Esteri.
 
DIPLOMATI MERITEVOLI
Gli studenti che hanno conseguito il diploma con votazione 100/100 e lode, che si iscrivono per la prima volta in corsi di laurea triennale o magistrale a ciclo unico, per il primo anno sono esonerati dal pagamento della tassa di iscrizione, con esclusione della tassa regionale ERSU e dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale.
 
CONSEGUIMENTO DI ALMENO 40 CFU
Lo studente iscritto, in corso e a tempo pieno, per l’A.A. 2018/2019, che dal 01/01/2018 al 31/12/2018 ha sostenuto almeno 40 CFU avrà diritto ad una riduzione di € 50,00 sull’importo della terza rata del contributo unico di iscrizione.
 
LAUREATI CON 110/110 E LODE
Gli studenti regolari, in corso, che conseguano il titolo finale con una votazione di 110/110 e lode entro la prima sessione dell’ultimo anno in corso, hanno diritto al rimborso della terza rata versata.
 
STUDENTI IN DEBITO DEL SOLO ESAME FINALE DI LAUREA
Laddove non intervenga una situazione più favorevole determinata dall’applicazione della legge 11 dicembre 2016, n.232, lo studente che si iscrive entro il termine del 18 ottobre 2018 per l’A.A. 2018/2019, e che al momento dell’iscrizione risulti in debito del solo esame finale di laurea, è tenuto al pagamento del contributo unico di iscrizione di € 400,00, eventualmente incrementato della maggiorazione prevista per gli studenti fuori corso, della tassa regionale ERSU e dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale.
 
PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO
Laddove non intervenga una situazione più favorevole determinata dall’applicazione della legge 11 dicembre 2016, n.232, il personale tecnico-amministrativo, dipendente o assimilato, in servizio presso l’Università degli Studi di Sassari, iscritto e in corso, per l’A.A. 2018/2019, è tenuto al pagamento del contributo unico di iscrizione di € 100, della tassa regionale ERSU e dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale. Tale esonero è legato alla condizione che vengano conseguiti almeno 30 CFU (15 CFU per iscritti in regime di part time) nel corso dell’Anno Accademico, entro il 30/10/2019.
 
CONVENZIONI CON IL PERSONALE DELLE FORZE ARMATE
Sono state stipulate delle convenzioni con le forze armate che prevedono, per i militari che si iscrivono presso il nostro Ateneo, e per le altre categorie espressamente individuate con Decreto Rettorale n. 2377/2016 del 13/10/2016, il pagamento di € 500,00 comprensivi del contributo unico di iscrizione di € 344,00, dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale e della tassa regionale ERSU.
Convenzioni attualmente attive: Marina Militare Italiana; Personale Militare dell’Esercito.
 
STUDENTI CON STATUS DI RIFUGIATO
L’Ateneo esonera totalmente dal pagamento del contributo unico di iscrizione gli studenti che hanno ottenuto lo status di rifugiato, questi è tenuto al solo versamento dell’imposta di bollo virtuale. Qualora lo status di rifugiato venga ottenuto in corso d’anno, lo studente già iscritto potrà chiedere il rimborso delle tasse già versate. Tale esonero si applica anche agli studenti stranieri che hanno presentato allo Stato italiano richiesta di protezione internazionale o sono titolari di protezione sussidiaria o umanitaria.
 
STUDENTI CON ESIGENZE SPECIFICHE
Con riferimento al regolamento Studenti con Esigenze Specifiche (SES) sono definite le seguenti agevolazioni:
A1) Studenti con Disabilità certificata fra il 33% e il 66%: esenzione dal pagamento dell’eventuale terza rata e da altre tasse e contributi (vedi voce esonero DISABILITÀ)
A2) Studenti in regime di detenzione: come da voce specifica STUDENTE IN REGIME DI DETENZIONE e da altre tasse e contributi
B1) Studenti infortunati: esenzione dal pagamento dell’eventuale terza rata e da altre tasse e contributi
B2) Studentesse in stato di gravidanza o con bambini molto piccoli: esenzione dal pagamento dell’eventuale terza rata e da altre tasse e contributi
B3) Studenti sensibili: esenzione dal pagamento dell’eventuale terza rata e da altre tasse e contributi
C1) Studenti con DSA: esenzione dal pagamento di altre tasse e contributi
 
ALTRE IPOTESI DI ESONERO
Gli Organi di Governo potranno introdurre nuove tipologie di esonero, parziale o totale, su proposta della Gruppo di lavoro Tasse.

IMPORTI TASSE

Il contributo unico di iscrizione, per gli studenti in corso che rientrano nei requisiti di reddito e di merito di cui alla legge 11 dicembre 2016, n.232, è calcolato secondo la seguente funzione da applicarsi alle fasce di reddito riportate in tabella.

Tassa = a + ((ISEE – b) * c)
 

TABELLA A

studenti iscritti al 1° anno e studenti in corso iscritti ad anni successivi al 1° in possesso dei requisiti di merito e di reddito

Fascia valore ISEE

Tassa minima (a)

Soglia minima (b)

Coefficiente (c)

0 – 13.000

0

--

--

13.000,01 – 30.000

0

13.000

0,06

30.000,01 – 70.000

1.020,00

30.000

0,015

70.000,01 e oltre

1.620,00

--

--

Requisiti di merito
  • Iscritti al secondo anno: aver conseguito nel corso del primo anno di iscrizione e entro la data del 10 agosto 2018 almeno 10 CFU;
  • Iscritti ad anni successivi al secondo: aver conseguito nel corso dell’anno di iscrizione precedente e dal 10 agosto 2017 al 10 agosto 2018 almeno 25 CFU.

Per gli studenti che presentassero i requisiti di reddito ma non di merito, il contributo viene calcolato secondo la stessa funzione riportata precedentemente da applicarsi alle fasce di reddito e ai parametri riportate in tabella.

TABELLA B

studenti in corso iscritti ad anni successivi al 1° ed in possesso dei requisiti di reddito (ma NON di merito)

Fascia valore ISEE

Tassa minima (a)

Soglia minima (b)

Coefficiente (c)

0 – 13.000

200

--

--

13.000,01 – 30.000

0*

13.000

0,07

30.000,01 – 70.000

1.190,00

30.000

0,015

70.000,01 e oltre

1.790,00

--

--

In questo fascia di reddito, il contributo minimo dovuto dallo studente non potrà essere inferiore a 200,00€.

Il contributo unico di iscrizione per lo studente a tempo parziale è calcolato nella misura del 50% dell’importo dovuto secondo il sistema di tassazione in vigore (tabelle A e B) per lo studente a tempo pieno, ad eccezione della tassa regionale per il diritto allo studio e dell’imposta di bollo che devono essere versati per l’intero importo.

Per lo studente ripetente o fuori corso per un numero di anni superiore al primo, il contributo unico di iscrizione è calcolato secondo la stessa funzione riportata precedentemente da applicarsi alle fasce di reddito e ai parametri riportate in tabella.

TABELLA C

studenti ripetenti o fuori corso per un numero di anni superiore al primo (dal 2° anno FC in poi)

Fascia valore ISEE

Tassa minima (a)

Soglia minima (b)

Coefficiente (c)

0 – 13.000

200

--

--

13.000,01 – 30.000

0*

13.000

0,0805

30.000,01 – 70.000

1.368,50

30.000

0,01725

70.000,01 e oltre

2.058,50

--

--

*In questo fascia di reddito, il contributo minimo dovuto dallo studente non potrà essere inferiore a 200,00€.

CALCOLA LA TUA TASSA

Al seguente link è possibile calcolare la tassa dovuta secondo le indicazioni delle tabelle soprastanti:

http://helpdeskesse3.uniss.it/calcolo_tasse.php

NB: il calcolo non tiene conto di eventuali riduzioni e esenzioni spettanti.

MODALITA' DI PAGAMENTO

Il pagamento delle tasse universitarie potrà essere effettuato tramite i sistemi di pagamento elettronici previsti da pagoPA; per maggiori info consultare la Guida Uniss https://www.uniss.it/guide/pagopa o la pagina dedicata dell’Agenzia per l’Italia Digitale https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/pagopa

L’Università non invierà alcun bollettino al domicilio dello studente.

Il pagamento attraverso la modalità di PagoPA è l’unico mezzo di pagamento valido con esclusione dei candidati provenienti dall’estero che potranno effettuare il versamento anche con bonifico bancario al c/c di seguito indicato:

  • Intestatario: Università dagli Studi di Sassari
  • Codice IBAN: IT96F0101517201000000013500
  • Cod.swift (BIC – per i pagamenti dall’estero): BPMO1T22XXX

ALTRE TASSE E CONTRIBUTI

RICOGNIZIONE
Lo studente che vuole proseguire gli studi precedentemente interrotti da almeno due anni accademici, deve pagare per ogni anno accademico di mancata iscrizione una tassa di ricognizione pari a € 350,00 se trattasi di iscrizione in corso o € 450,00 se trattasi di iscrizione fuori corso.
In caso di ricognizione, lo studente potrà sostenere esami a partire dalla prima sessione utile dell'anno accademico 2018/2019. Qualora lo studente voglia usufruire di esami relativi ad appelli dell’a.a. 2016/2017 è tenuto al pagamento delle tasse d’iscrizione e contributi previsti per il medesimo anno accademico.
La tassa di ricognizione si riduce a € 130,00 per ogni anno di mancata iscrizione dovuta a:

  • svolgimento del servizio civile;
  • anno di nascita di ciascun figlio.

Ai sensi dell’art. 9 comma 4 del d.lgs. 68/2012, gli studenti costretti ad interrompere gli studi a causa di infermità gravi e prolungate, debitamente certificate, sono esonerati totalmente dal pagamento di tasse e contributi universitari in tale periodo.

TRASFERIMENTO
Lo studente proveniente da altra Università, al momento dell’iscrizione in questo Ateneo, oltre all’intero pagamento delle tasse e dei contributi vigenti, è tenuto al versamento di un contributo straordinario di €55,00. Non è ammesso conguaglio con tasse e contributi a qualunque titolo versati a favore di altre Università. 

Gli studenti che chiedono il trasferimento da questa ad altra Università devono versare un contributo straordinario di € 250,00. Per i corsi di studio a numero programmato nazionale il contributo è di € 500,00.

CORSI SINGOLI

Ai diplomati, ai laureati ed agli studenti iscritti all’estero è consentita la frequenza ai corsi singoli attivati presso tutti i corsi di studio dell’Ateneo. La tassa di iscrizione è di € 100,00 per anno, quale contributo fisso, indipendentemente dal numero dei CFU degli insegnamenti. A tale importo va aggiunto il contributo di € 7,50 per ogni CFU da conseguire.

Gli Studenti con Esigenze Specifiche godono di un’esenzione del 50% sull’importo complessivo da pagare per l’iscrizione ai corsi singoli

MORA PER RITARDATO PAGAMENTO
La sanzione di mora per ritardato pagamento si applica a partire dal terzo giorno di ritardo.
Il ritardato pagamento della prima rata della tassa di iscrizione, da effettuarsi entro e non oltre il 25 ottobre 2018, comporta l’applicazione delle seguenti tasse di mora:

  • € 15,00 per un ritardo inferiore o pari a 10 giorni;
  • € 50,00 per un ritardo superiore ai 10 giorni.

Lo studente che, sulla base di gravi e giustificati motivi, venga ammesso dal Magnifico Rettore, ad iscriversi oltre la scadenza del 25 ottobre 2018, ma comunque entro e non oltre il termine inderogabile del 31 dicembre 2018, è in ogni caso tenuto al pagamento della tassa di mora così come sopra determinata.
Il ritardato pagamento della seconda rata, da effettuarsi entro e non oltre il 18 febbraio 2019, per coloro che abbiano già provveduto al pagamento della prima rata per il medesimo Anno Accademico, comporta l'applicazione delle seguenti tassa di mora:

  • € 15,00 per un ritardo inferiore o pari a 10 giorni;
  • € 50,00 per un ritardo compreso fra 11 e 30 giorni;
  • € 100,00 per un ritardo compreso tra 31 e 90 giorni; 
  • € 180,00 per un ritardo superiore a 90 giorni.

Il ritardato pagamento della terza rata, da effettuarsi entro e non oltre il 18 aprile 2019, per coloro che abbiano già provveduto al pagamento della prima e seconda rata per il medesimo Anno Accademico, comporta l'applicazione della seguente tassa di mora:

  • € 15,00 per un ritardo inferiore o pari a 10 giorni; 
  • € 50,00 per un ritardo compreso fra 11 e 30 giorni;
  • € 100,00 per un ritardo compreso tra 31 e 90 giorni;
  • € 180,00 per un ritardo superiore a 90 giorni.

La mancata iscrizione ad un intero Anno Accademico e il conseguente mancato pagamento sia della prima che delle successive rate, comporta l'applicazione di una mora complessiva pari a € 250,00. Lo studente potrà mettersi in regola solo con l'iscrizione al successivo Anno Accademico. La stessa mora è dovuta anche qualora lo studente abbia effettuato il rinnovo di iscrizione “on-line” e inserito i dati relativi all'autocertificazione entro i termini, ma non abbia provveduto al pagamento né della prima né della seconda né della terza rata.
Il bollettino MAV per il pagamento della mora, a qualsiasi titolo, verrà generato unitamente alle altre rate successive delle tasse d’iscrizione.
 

MANCATA DICHIARAZIONE ISEE
La mancata dichiarazione o comunicazione all’Ateneo entro il 31/12/2018 dell’attestazione ISEE ai fini del calcolo delle tasse comporterà, per un inserimento tardivo, una sovrattassa di 50,00€. Tale sanzione non si applicherà per le iscrizioni tardive conseguenti a scorrimenti nelle graduatorie per l’accesso ai corsi a numero programmato e casi analoghi.

EQUIPOLLENZA
Per chiedere l’equipollenza e/o il riconoscimento di un titolo accademico conseguito presso Università straniere (comunitarie e non comunitarie), prima del rilascio dell’attestato finale, è obbligatorio versare un contributo di € 850,00. Tale contributo non è dovuto nel caso in cui il richiedente si debba iscrivere successivamente ad un corso di laurea magistrale attivato presso il nostro Ateneo.

CONTRIBUTO CONSEGUIMENTO TITOLO
Lo studente dovrà effettuare il versamento di € 60,00 come contributo per il rilascio della pergamena (e servizi accessori) comprensivo delle due imposte di bollo assolte in modo virtuale di € 16,00 ciascuna. I bolli virtuali sono dovuti per la presentazione della domanda di laurea e per il rilascio della pergamena di laurea.

DUPLICATO LIBRETTO-TESSERA
Per chiedere il duplicato del libretto-tessera di iscrizione è necessario versare un contributo di € 30,00.

DUPLICATO DIPLOMA DI LAUREA
Per chiedere il duplicato del diploma è necessario versare un contributo di € 60,00.

ABBREVIAZIONE DI CORSO
Lo studente che chiede l’abbreviazione di corso e che sia già in possesso di un titolo di studio universitario di livello pari o superiore, dovrà versare un contributo di € 150,00.

RICONOSCIMENTO CREDITI
Lo studente che chiede il riconoscimento di crediti acquisiti in una precedente carriera universitaria dovrà versare un contributo di € 150,00.

PASSAGGIO DI CORSO
Lo studente che effettua un passaggio di corso deve versare un contributo di € 20,00.

RINUNCIA AGLI STUDI
Lo studente che effettua la rinuncia agli studi è tenuto al pagamento del saldo della tassa di iscrizione dovuta per l’ultimo anno accademico di iscrizione effettuato. Qualora nell’ultimo anno accademico di iscrizione lo studente che rinuncia agli studi non avesse compiuto alcun atto di carriera, non è tenuto al pagamento del saldo della tassa annuale non ancora versata.

PROVE DI AMMISSIONE
La partecipazione alle prove di ammissione ai corsi a numero programmato è subordinata al versamento di un contributo di € 30,00. Fanno eccezione le prove di ammissione organizzate da enti terzi e per le quali ci si riferisce al bando specifico.

SECONDO RILASCIO DIPLOMA SUPPLEMENT
Per chiedere il duplicato del diploma supplement è necessario versare un contributo di € 30,00.

ESAMI DI STATO
La partecipazione all’esame di stato per l’abilitazione alla professione di Medico Chirurgo è subordinata al versamento di un contributo di € 250,00.
La partecipazione all’esame di stato per l’abilitazione a tutte le altre professioni è subordinata al versamento di un contributo di € 180,00.
La partecipazione alla prova integrativa per Revisore Contabile è subordinata al versamento del contributo di € 100,00, in conformità con quanto disposto in materia dall’art. 3, comma 6 del Decreto MIUR 63/2016.
La presentazione fuori termine della domanda di ammissione all’Esame di Stato comporta l’applicazione di una mora di € 50,00.

ABILITAZIONE ALL’INSEGNAMENTO
La tassa di partecipazione alle prove di ammissione e le relative tasse di iscrizione, sono determinate da disposizione nazionali e/o regionali.