Piani di studio

Piano di studio "standard"

Allo studente, all’atto dell’immatricolazione, viene attribuito un piano di studio standard, che deve essere completato autonomamente dallo studente, direttamente on-line nell’area Self Studenti Uniss.

La presentazione o variazione on-line del piano di studi standard per l’a.a. 2018/2018 può essere effettuata dal 1 agosto al 31 ottobre 2018 e dal 1 gennaio al 14 marzo 2019; i Dipartimenti possono autonomamente ampliare tali finestre temporali) o presentare in segreteria studenti il piano di studio individuale. 

Non è consentito incrementare il numero di crediti previsti per un’attività formativa curriculare, al fine di attribuire crediti per attività a scelta autonoma.

Lo studente che sceglie un’attività formativa erogata da un corso di studio a numero programmato è tenuto a chiedere l’approvazione anche al competente Consiglio di corso di studio.

Lo studente che intende sostenere esami previsti ad un anno successivo a quello di iscrizione deve osservare i vincoli delle propedeuticità, di frequenza e dei regolamenti previsti nel proprio Corso di studio. In tutti gli altri casi dovrà essere fatta apposita richiesta di piano di studi individuale.

Piano di studio "individuale"

Lo studente può presentare un piano di studio individuale, da approvare dalla struttura didattica competente. La scelta degli insegnamenti deve ricadere su attività formative coerenti, anche per numero di crediti, con quanto previsto dall’Ordinamento Didattico di riferimento. In totale, devono permettere l’acquisizione di un numero di crediti non inferiore a quello necessario per il conseguimento del titolo.

La richiesta di piano di studi individuale può essere effettuata dal dal 1 agosto al 31 ottobre 2018 e dal 1 gennaio al 14 marzo 2019.

Non è consentito incrementare il numero di crediti previsti per un’attività formativa curriculare, al fine di attribuire crediti per attività a scelta autonoma.

Lo studente che sceglie un’attività formativa erogata da un corso di studio a numero programmato è tenuto a chiedere l’approvazione anche al competente Consiglio di corso di studio.