Decadenza

Gli studenti dei corsi di laurea e laurea magistrale (specialistica) e laurea magistrale a ciclo unico, di qualunque ordinamento, già iscritti presso l’ateneo fino all’a.a. 2012/2013, decadono comunque, e automaticamente, se non hanno sostenuto esami oppure non hanno acquisito crediti per otto anni accademici consecutivi all’anno dell’ultimo esame o a quello dell’ultima iscrizione in corso, se più favorevole. Ai fini della decadenza, gli anni di iscrizione in qualità di ripetente e gli anni di interruzione sono equivalenti all’iscrizione “fuori corso”, mentre non sono considerati tali gli anni di sospensione degli studi nell’ipotesi di iscrizione a scuole di specializzazione, dottorati di ricerca e master universitari, fino al conseguimento del relativo titolo. 

Lo studente immatricolato o trasferito presso il nostro Ateneo a partire dall'a.a. 2013/2014 decade dallo status di studente qualora non acquisisca alcun credito tra quelli previsti dal proprio corso di studio entro il termine del:

  • terzo anno accademico di iscrizione in qualità di fuori corso, se iscritto ad un corso di laurea;
  • secondo anno accademico di iscrizione in qualità di fuori corso, se iscritto a corsi di laurea magistrale;
  • quinto o sesto anno accademico di iscrizione in qualità di fuori corso, se iscritto a corsi di laurea magistrale/specialistica a ciclo unico, rispettivamente della durata normale di 5 o 6 anni.

La decadenza comporta l’annullamento della carriera universitaria percorsa. I crediti formativi universitari acquisiti, a richiesta, possono essere comunque certificati per ogni eventuale successiva considerazione. La decadenza si applica direttamente al verificarsi delle condizioni previste senza necessità di preventiva contestazione agli interessati. 

Entro i termini previsti per la decadenza, gli studenti interessati possono optare per il passaggio ad altro corso di studio attivato presso l’Ateneo, con richiesta di convalida degli esami sostenuti, da presentare al Consiglio di corso di studio competente che valuta la non-obsolescenza dei contenuti disciplinari e l’anno di corso al quale ammettere lo studente. 

Non incorre nella decadenza lo studente che ha superato tutti gli esami di profitto ed è in debito unicamente dell’esame di laurea, cui può accedere qualunque sia il tempo intercorso dall’ultimo esame.

Allo studente decaduto viene restituito il titolo di studio di scuola secondaria superiore, se consegnato all'atto dell'immatricolazione.

Per maggiori informazioni contattare le Segreterie Studenti.