Contenuti e articolazione del programma

Il programma si svolgerà in 5 giorni, dal 8 al 12 giugno 2020, presso le strutture del Parco tecnologico della Sardegna nella sede centrale di Pula (CA) e prevede:

  1. 4 sessioni mattutine nel corso delle quali i relatori presenteranno aspetti generali riguardanti la bioinformatica applicata allo studio dei microbiomi in campo alimentare e ambientale, le tecniche biomolecolari per lo studio di microrganismi estremofili, degli Archea e dei metanogeni,  la filosofia dedicata allo studio del cibo;
  2. 2  sessioni  pomeridiane  dedicate alla parte pratica degli insegnamenti teorici;
  3. Una sessione pomeridiana dedicata all’attività seminariale indirizzata ad aziende, agenzie regionali, associazioni di categoria e altre associazioni importanti per il comparto agricolo e ambientale;
  4. Una sessione pomeridiana dedicata alle assunzioni teoretiche e alla rilevanza assiologica della diversità delle comunità microbiche per la produzione agricola di cibi e bevande fermentate. Inoltre i partecipanti saranno invitati a presentare e discutere poster relativi al loro lavoro di ricerca.

Le relazioni su invito coinvolgono esperti riconosciuti a livello internazionale nei campi della microbiologia, studio della biodiversità microbica, studio di comunità estremofile, filosofi della scienza e del cibo. Si darà rilevanza alla tassonomia microbica, importante per lo studio e lo sfruttamento delle comunità microbiche, e alle metodiche utilizzate per l’analisi fenotipica ed bioinformatica delle comunità. 

L’attività seminariale dedicata alle aziende, alle agenzie regionali e alle associazioni di categoria verterà principalmente sulla discussione dell’impatto economico connesso alla realizzazione e diffusione delle collezioni e in particolare della gestione e conservazione di intere comunità microbiche importanti per le produzioni alimentari tipiche, quali il pane e le olive da mensa.