Master Universitario di II livello in Medicina Estetica

Il Master in “Medicina Estetica” ha l’obiettivo diformare la figura professionale del Medico estetico. A fronte della crescente richiesta di interventi medico-estetici, si rileva che allo stato attuale, non esistono né un corso di specializzazione, né percorsi formativi specifici nell’ambito del corso di laurea in Medicina e chirurgia. Per questo motivo assume una valenza ancora maggiore la proposta di formazione attraverso un Master universitario di II livello, nel quale le competenze formative proprie dell’Università possano integrarsi con risorse provenienti dal mondo produttivo per fornire un percorso formativo serio e qualificato, tale da costituire garanzia per gli utenti-pazienti e per gli Ordini professionali.

Il Medico estetico può trovare sbocco lavorativo in attività libero professionale in studi autonomi o centri polispecialistici, consulenza e direzione medica in centri-benessere, palestre, beauty farm, stazioni termali e simili.

Attività didattica

Il Master proposto ha una durata di 12 mesi e contempla lo svolgimento di insegnamenti articolati in moduli, seminari e incontri con aziende, stage e tesi finale, per un totale di 60 crediti formativi universitari (CFU). Parte dell’attività didattica potrà essere svolta anche in modalità a distanza, attraverso l’utilizzo della piattaforma e-learning di ateneo. 

Al corsista sarà richiesto un impegno complessivo di 1500 ore così suddivise: 

  • 500 ore articolate in didattica frontale, formazione a distanza, esercitazioni, seminari, incontri con le aziende e corsi di aggiornamento, pari a 45 dei 60 CFU totali; in esse sono comprese anche le ore relative alle prove di verifica;
  • 250 ore per lo stage, pari a 10 CFU; 
  • 125 ore, pari a 5 CFU per la preparazione della tesi e prova finale;
  • le restanti ore saranno riservate allo studio individuale.

Nel Regolamento didattico viene riportato il piano delle attività formative, dove sono indicati per ciascuna attività formativa pluridisciplinare, i settori scientifico-disciplinari, i CFU e le corrispondenti ore di impegno didattico. Il piano degli studi, ulteriormente dettagliato attraverso l’indicazione dei moduli che compongono ogni attività formativa e relativi CFU/ore, approvato dal Dipartimento, viene pubblicato nel bando di selezione per l’attivazione del Master.  

Domanda di ammissione

Possono presentare domanda di ammissione al corso coloro i quali siano in possesso di una laurea specialistica o magistrale nelle classi 46/S o LM-41 conseguita a norma dei D.D.M.M. 3 novembre 1999 n. 509 e 22 ottobre 2004 n. 270, di una laurea in Medicina e Chirurgia conseguita secondo il vecchio ordinamento (antecedente il D.M. 3 novembre 1999 n. 509) ovverodi un titolo conseguito all’estero, riconosciuto equivalente ai soli fini dell’iscrizione al Master.

L’ammissione è subordinata, indipendentemente dal numero delle domande di ammissione presentate, al superamento di una o più prove selettive. La tipologia e le modalità di svolgimento della/e prova/e selettiva/e, i criteri per la valutazione dei titoli ed il relativo punteggio attribuibile da parte della Commissione, appositamente designata dal Collegio dei Docenti, sono indicati nel bando relativo ad ogni specifica edizione.

Il Master sarà realizzato con un minimo di 20 e un massimo di 50 partecipanti; in caso di mancato raggiungimento del numero minimo il Master non sarà attivato.

Per l’iscrizione al corso è previsto il pagamento di una quota pari a euro4.571,15comprensiva della quota di ateneo stabilita dal Consiglio di Amministrazione in euro 475,15, dell’imposta di bollo di importo pari a 16,00 euro e la quota relativa alla copertura assicurativa dei corsisti per infortuni e responsabilità civile verso terzi per le attività didattiche e la frequenza dello stage (€ 80,00). 

La gestione organizzativa, amministrativa, contabile e didattico-scientifica è di competenza del Dipartimento di Scienze biomediche. Le attività formative in presenza si svolgeranno presso il Dipartimento di Scienze Biomediche che si avvarrà anche di strutture e delle attrezzature di pertinenza della Facoltà di Medicina e Chirurgia. A queste potranno aggiungersi strutture messe eventualmente a disposizione da altri enti, istituzioni e soggetti pubblici e privati sostenitori del Master.