Gustavo Zagrebelsky ospite dell'Università di Sassari

La politica. Categorie in questione - Incontri e dibattiti dedicati a Virgilio Mura, 22-23 aprile
Lunedì, 20 Aprile 2015

SASSARI. Il Presidente emerito della Corte Costituzionale, Gustavo Zagrebelsky, sarà ospite dell'Università degli Studi di Sassari mercoledì 22 e giovedì 23 aprile. L'appuntamento è alle 17.30 nell'Aula Magna dell'Ateneo con la tavola rotonda "La politica. Categorie in questione - Incontri e dibattiti dedicati a Virgilio Mura", organizzata dal Dipartimento di Scienze politiche, Scienze della comunicazione e ingegneria dell'Informazione.

I saluti di apertura sono affidati a Massimo Carpinelli, Magnifico Rettore dell'Università di Sassari, Antonietta Mazzette, Direttrice del Dipartimento di Scienze politiche, Scienze della comunicazione e Ingegneria dell'informazione Università di Sassari, Francesco Soddu, già vice preside della Facoltà di Scienze politiche 2005-2012. A seguire, interverrà Gustavo Zagrebelsky, docente dell'Università di Torino. Presiede i lavori Stefano Petrucciani dell'Università di Roma "La Sapienza", Presidente della Società italiana di Filosofia politica.

Giovedì 23 aprile i lavori si apriranno alle 9.30. Durante la sessione del mattino dal titolo "La filosofia politica in questione. Fra fatti e valori", moderata da Michelangelo Bovero (Università di Torino), prenderanno la parola Luigi Alfieri (Università di Urbino), Marina Calloni (Università di Milano Bicocca), Giulio Chiodi (Università dell'Insubria), Sebastiano Maffettone (LUISS, Roma), Ermanno Vitale (Università della Valle d'Aosta). La sessione pomeridiana "La democrazia in questione. Fra Demos e Kratos", con inizio alle 16, sarà presieduta da Franco Sbarberi (Università di Torino). Discutono Sandro Chignola, Università di Padova - Raimondo Cubeddu, Università di Pisa - Mario De Caro, Università Roma Tre - Otto Kallscheuer, Universität Duisburg- Essen - Alfio Mastropaolo, Università di Torino - Antonino Palumbo, Università di Palermo.
L'evento è realizzato con il contributo della Fondazione Banco di Sardegna.