Dalla collaborazione tra le Università di Sassari e Pisa una Summer School per la formazione in campo antropologico e paleopatologico

Facilitazioni per gli studenti sardi
Mercoledì, 11 Marzo 2015

SASSARI. Sono aperte le iscrizioni alla Summer School in Osteoarcheologia e Paleopatologia (8-26 giugno 2015), organizzata dal'Università di Pisa in collaborazione col Centro Studi Antropologici, Paleopatologici e Storici della Sardegna e dei Popoli del Mediterraneo del Dipartimento di Scienze Biomediche dell'Università di Sassari, diretto dal prof. Andrea Montella. La Scuola è aperta a 6 studenti che - frequentando il Laboratorio di Paleopatologia all'interno della Scuola Medica di Pisa - potranno acquisire le conoscenze di base di anatomia scheletrica, antropologia fisica e paleopatologia, necessarie per affrontare l'analisi osteologica e acquisire informazioni sul profilo biologico e sulle condizioni di vita e di salute delle popolazioni del passato.

Le attività si svolgeranno dal lunedì al venerdì per un periodo di 3 settimane e prevedono, oltre alle pratica in laboratorio, una serie di lezioni frontali (8-12 ore alla settimana). Con la supervisione di ricercatori esperti nel settore, ogni studente avrà la possibilità di pulire, restaurare e studiare reperti scheletrici provenienti da contesti archeologici e acquisirà quindi le nozioni fondamentali sulla determinazione del sesso e dell'età alla morte, sull'osteometria, sull'ergonomia, e sulle patologie più frequentemente osservabili in uno scheletro umano.

Le lezioni si svolgeranno in inglese. Ma per gli studenti che non siano in possesso di un inglese fluente può essere previsto un terzo ciclo di esercitazioni di laboratorio e di lezioni nel caso sia raggiunto un numero minimo di 4 studenti italiani. L'università di Pisa rilascia un certificato di partecipazione alla Summer School e 12 crediti formativi europei. Per gli studenti dell'Università di Sassari la quota di partecipazione è ridotta.