Elezioni parziale rinnovo Consiglio Universitario Nazionale (CUN): 12, 13 e 14 luglio 2022

Con Ordinanza Ministeriale del 15 aprile 2022, n. 354, sono indette le votazioni per l'elezione dei seguenti componenti del Consiglio Universitario Nazionale:
 
- 1 professore di II fascia dell'area scientifico-disciplinare 03
- 1 professore di II fascia dell'area scientifico-disciplinare 10
- 1 professore di II fascia dell'area scientifico-disciplinare 11
 
Le votazioni si svolgeranno secondo il seguente calendario:
 
  • Martedì     12 luglio 2022   dalle ore 9 alle ore 17
  • Mercoledì  13 luglio 2022   dalle ore 9 alle ore 17
  • Giovedì     14 luglio 2022   dalle ore 9 alle ore 14
 
La dichiarazione di candidatura, formalizzata secondo lo schema allegato all'Ordinanza Ministeriale, sottoscritta dallo stesso candidato e autenticata dal Rettore o dal Direttore Generale o dai loro delegati, deve essere presentata entro le ore 13:00 del 20 giugno 2022 presso l'Ufficio Affari Generali dell'Amministrazione centrale.
 
Ciascun elettore può votare una sola volta, accedendo, nei giorni e negli orari stabiliti, mediante un proprio dispositivo abilitato alla navigazione Internet e un browser web con supporto Javascript, al sito internet indicato nella sezione VOTAZIONI, "Link al portale di voto", del sito https://elezionicun.miur.it.
 
Per effettuare l'accesso alla piattaforma è richiesta l'autenticazione tramite il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), configurato al livello 2.
 
Le istruzioni sulle modalità di accesso alla piattaforma online e di espressione di voto saranno rese disponibili sul predetto sito https://elezionicun.miur.it.
 
E' possibile esprimere una sola preferenza. Il voto è personale, libero e segreto e l'elettore, in considerazione della modalità di voto da remoto, è direttamente responsabile della personale osservanza dei predetti principi.
 
Non gode di elettorato attivo e passivo il personale sospeso dal servizio a seguito di procedimento penale o disciplinare ovvero che sia stato sospeso cautelarmente in attesa di procedimento penale o disciplinare.