Attività dei delegati - Francesco Cucca e Valentina Prosperi

Non solo VQR: la valutazione e il rilancio della qualità della ricerca

Uno degli obiettivi generali a cui i delegati alla Ricerca hanno lavorato, a stretto contatto con il Rettore e il Prorettore vicario,  è stato quello di mettere a punto una strategia utile per valutare in maniera il più possibile aderente agli standard internazionali le attività di ricerca in atto in ateneo e predisporre le condizioni per un suo rilancio. A questo fine, ci si è confrontati in alcuni casi con un sistema di regole e strategie che prescindevano dal nostro Ateneo, ma che riguardavano altre realtà (come la Regione Sardegna,  il Centro regionale della Programmazione, il MIUR nel caso dei prodotti VQR). Le altre attività hanno riguardato,  nell'ambito dell'accordo con la Fondazione del Banco di Sardegna, la predisposizione di un sistema di "peer review"  e una metrica di valutazione per esaminare le proposte di finanziamento, basata su criteri oggettivi riconosciuti dalla comunità scientifica internazionale.

Particolare attenzione, inoltre, è stata posta da un lato per i nuovi bandi di ricerca della Legge regionale 7, dall'altro per mettere a punto,  insieme  agli uffici amministrativi  preposti, la selezione dei ricercatori idonei ad usufruire della cosiddetta  "premialità" da parte del Centro regionale di programmazione della Regione Autonoma Sarda in base ai criteri da loro deliberati. Oltre a seguire la vertenza VQR, infine, i delegati alla Ricerca hanno proposto, attraverso appositi accordi quadro, di stringere alleanze scientifiche tra UNISS e altri enti di Ricerca operanti nel territorio Regionale, in modo da ottenere i massimi benefici nell'impiego di personale e risorse, data la situazione attuale.

2015: un anno da delegati
Newsletter n.0 – aprile 2016