Attività del delegato - Luciano Gutierrez

Nel 2016 prosegue il trend positivo legato alle attività di internazionalizzazione

Nel 2016 prosegue il trend positivo che ha caratterizzato gli ultimi 8 anni di attività. L’impegno profuso dal Comitato Erasmus di Ateneo, dai Dipartimenti e dallo staff dell’Ufficio Relazioni Internazionali hanno consentito all’Ateneo di consolidare la propria posizione in Italia e in Europa, con dati incoraggianti anche in relazione alla programmazione 2016/17. Gli studenti in mobilità nel contesto dei Programmi Erasmus e Ulisse hanno raggiunto le 824 unità nel 2014/15, superando le 900 unità nel 2015-2016, con una proiezione di circa 1000 studenti in mobilità per l’anno 2017/18. Questi successi sono il risultato di una politica attiva di sensibilizzazione attuata dall’Ateneo e che continua a produrre i suoi frutti nel corso degli anni.

Il notevole incremento del numero di crediti conseguito dagli studenti su base mensile e annuale nel corso della mobilità internazionale, colloca UNISS in cima alle classifiche nazionali e genera un aumento del volume dei finanziamenti assegnati dai Ministeri competenti e dalla Commissione europea.

La recente inchiesta Alma Laurea sui laureati del 2015 conferma il quadro prima esposto. Non mancano, tuttavia, alcuni dati su cui occorre riflettere. Rispetto alle performance degli scorsi anni, l'inchiesta mostra come i corsi di laurea magistrale dell'Università di Sassari vedano nel 2015 una modesta percentuale di laureati che hanno preparato all'estero una parte significativa della propria tesi di laurea. Il dato dell'Ateneo è pari al 4.2% contro l'8.9% del dato nazionale. I corsi di laurea a ciclo unico evidenziano anch'essi tale criticità, anche se in misura più contenuta. Ben diverso il dato per i corsi di laurea di I° livello in cui la percentuale di laureati che hanno preparato all'estero una parte significativa della propria tesi di laurea è ben superiore al dato nazionale. La disponibilità di fondi del programma Erasmus+ Traineeship e, soprattutto, l'impegno dei  docenti nel promuovere e degli studenti laureandi nell'utilizzare tale programma ai fini dell'elaborazione finale della tesi consentirà una rapida riduzione del gap.  

Un dato interessante è il ruolo ricoperto dalle attività internazionali in una prospettiva di genere e pari opportunità, per cui l’Ateneo può vantare numeri di tutto rispetto: degli studenti beneficiari di borsa, il 59,34% è composto da studentesse e, dei docenti coinvolti nelle mobilità Erasmus, le donne rappresentano il 36%. I Dipartimenti nei quali maggiore è la presenza femminile sono il DUMAS, il DADU, il Dipartimento di Agraria e il Dipartimento di Giurisprudenza.

Newsletter n.1– maggio 2016

Accolti 30 medici cinesi in formazione specialistica

Nell'ultimo anno si è registrato un aumento significativo della mobilità studentesca (+18%) ed è emerso che la propensione alla mobilità degli studenti dell'Università di Sassari è doppia rispetto alla media nazionale.  Sono stati potenziati i programmi Erasmus traineeship in Sardinia e Ulisse, nonché i servizi linguistici di supporto alla mobilità outgoing e incoming.  Nell’ambito del programma di coooperazione SICT (Specialist International Clinical Training) è stato accolto un gruppo di 30 medici cinesi in formazione specialistica a cui farà seguito un secondo gruppo di 40 studenti.

2015: un anno da delegati
Newsletter n.0 – aprile 2016